Un team di scienziati ungheresi ha accidentalmente creato un ibrido di pesce da due specie in via di estinzione. L’esperimento ha preso una svolta insolita quando il DNA è stato inaspettatamente trasmesso.

sturddlefish

Gli scienziati hanno creato un ibrido di pesce allevando due creature in via di estinzione – per caso.

Il team ungherese ha usato lo sperma di un pesce spatola americano e lo ha messo vicino alle uova di uno storione danubiano in un laboratorio.

Entrambe le specie risalgono alla preistoria.

Questo faceva parte di un esperimento per indurre gli ovuli dello storione a riprodursi in modo asessuato, secondo il rapporto del gruppo pubblicato sulla rivista di genetica e genomica Genes.

Leggi anche -> Rara tartaruga “mutante” trovata nascosta tra i campi coltivati

E durante l’esperimento, le cose hanno preso una piega insolita quando il DNA è stato trasmesso – un qualcosa di insolito e inaspettato.

Secondo il rapporto, si è capito che condividevano un antenato risalente a più di 184 milioni di anni fa.

Questo ha portato a dar loro il soprannome di “fossili viventi” perché sono molto simili ai loro antenati.

Tuttavia, il team ha ritenuto che fossero troppo evoluti e divergenti per potersi riprodurre e, accidentalmente, il team ha dimostrato che non è così e ha dato alla specie il nome di ‘sturddlefish‘.

L’ecologo acquatico Solomon David ha affermato: “Sono saltato dalla sedia quando l’ho visto. Ho pensato, ibridazione tra storione e pesce spatola? Non è possibile”.

Gli studi fatti su otto ‘sturddlefish’, i cui geni sono stati analizzati, hanno mostrato che alcuni di essi sono molto simili a quelli di uno storione mentre altri possedevano un mix perfetto di entrambi i gruppi di DNA.

Leggi anche -> Joe Exotic: “Voglio riportare in vita la tigre dai denti a sciabola”

Il team di ricercatori, tutti provenienti dall’Ungheria, a parte uno dell’Università Statale del Kentucky negli Stati Uniti, ha capito che non possono riprodursi da soli.

sturddlefish

Alcuni pesci ‘struddlefish‘ hanno la bocca dello storione e ne condividono il suo gusto per gli altri animali, mentre altri hanno versioni più piccole delle pinne e del muso del pesce pagaia.