Coronavirus: l’UE non vuole farsi trovare impreparata e mette in atto una serie di azioni preventive

Coronavirus

Coronavirus: molti paesi stanno vivendo ancora una fase delicata dell’emergenza. Con contagi e decessi giornalieri che fanno vedere lontana ancora una tregua. Se si da uno sguardo a Usa e Brasile, ma anche India e Bangladesh ci si rende conto della gravità della situazione.

Con l’Italia e gran parte dei paesi europei che invece hanno passato da qualche mese il periodo critico. Con la situazione che pare adesso sotto controllo, nonostante alcuni focolai che di volta in volta minacciano la stabilità della situazione.

Per questo motivo l’Unione Europea sta mettendo già in atto una serie di azioni preventive. Lo scopo è semplice: non si vuole arrivare alle criticità di marzo ed aprile, e si vorrà evitare una seconda ondata che potrebbe essere catastrofica.

–> Leggi anche Coronavirus, Bassetti: “Seconda ondata? C’è lo strumento per combatterla”

La priorità è quella di affrontare i nuovi focolai in modo efficiente. Con tutti gli strumenti possibili a disposizione

Coronavirus: l’Unione Europea vuole agire per tempo. E mettere tutti gli strumenti possibili a disposizione degli stati per evitare qualsiasi rischio di seconda ondata. Che davvero potrebbe essere catastrofica per le sorti dei paesi.

Non solo a livello sanitario ma anche economico. Per questo motivo la Commissione ha intrapreso questa linea, con una serie di misure che possano contrastare una possibile seconda ondata.

In che modo? Con la tracciabilità delle persone contagiate e l’aumento dei test. Ma in generale bisognerà migliorare l’accessibilità alle strutture sanitarie. Che saranno in prima linea in un eventuale nuova emergenza.

Affrontare i nuovi focolai in modo efficiente con il raggiungimento delle località anche più isolate in modo tempestivo. Ma anche uso condiviso delle app tra i vari paesi dell’Unione. In questo modo si sta cercando di anticipare i tempi e gli eventi.

–> Leggi anche Covid, le mani della ‘ndrangheta sui finanziamenti alle imprese

Coronavirus

Da Bruxelles si farà di tutto per evitare i mesi terribili che in molto paesi sono stati vissuti. Con lockdown e contagi che diventano un terrore al solo pensiero.

–> Leggi anche Coronavirus, Conte alla Camera: “Misure straordinarie contro la crisi”