Coronavirus: a dare la notizia della nuova positività della donna è il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia

Coronavirus

Coronavirus: una caso di positività ‘bis’ si è verificato a Pozzuoli, in provincia di Napoli. Con una donna che è risultata dopo mesi dalla guarigione di nuovo contagiata. Un caso molto strano che getta tante ombre su questo virus che ha ancora caratteri oscuri.

A dare comunicazione della nuova positività è il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia che ha annunciato che adesso è in corso il link epidemiologico della paziente. In Campania la situazione positivi è abbastanza stabile, con i focolai sotto controllo.

Numeri molto bassi (oggi solo 7 positivi) che fanno pensare al meglio nella regione. Ma il caso della positività di ritorno della signora adesso getta ansie e paure anche tra le persone che sono guarite e che hanno superato anche i casi gravi.

Il tema della ricaduta, che abbiamo affrontato ad inizio pandemia, torna di moda. Anche se non è stata ancora trovata una risposta. Per l’ennesima zona d’ombra di questo virus.

–> Leggi anche Coronavirus, il bollettino del 13 luglio: i dati aggiornati dalle Regioni

Secondo uno studio gli anticorpi non solo non sarebbero protettivi ma potrebbero indurre anche a nuovi contagi

Coronavirus: l’episodio della signora di Pozzuoli che torna positiva dopo la guarigione a distanza di pochi mesi è uno dei casi che si sono verificati in Italia e nel mondo. Con la questione dell’immunità che torna di attualità e che fa discutere.

Una teoria italiana getta nel panico. Perché se è vero che si è di fronte all’eventualità di possibili nuovi contagi tutto potrebbe cambiare di fronte a nuove crisi nel nostro paese. Per la teoria BMJ Global Health ci sono degli aspetti inquietanti.

Perché non solo gli anticorpi non sarebbero protettivi. Ma addirittura potrebbero innescare e favorire un nuovo contagio. Che poi sarebbe nella forma più grave della malattia.

–> Leggi anche Orrore nel Napoletano: trovato cadavere 83enne decapitato in un casolare

Coronavirus

Altro che immunità di gregge e anticorpi, se confermato questo studio sarebbe difficile da gestire. Sopratutto per le persone guarite di nuovo a rischio!

–> Leggi anche Coronavirus: trentenne partecipa a un Covid Party, muore dopo pochi giorni