Una giovane fan, originaria della provincia di Benevento, ha fatto irruzione nella villa del trapper Ghali ed ha tentato di colpirlo con una bottiglietta d’acqua

Ghali aggredito in casa da una fan di 22 anni
Il trapper Ghali

L’amore dei fan per i loro idoli della musica leggera, del cinema e della televisione non conosce confini: letteralmente, nel senso che talvolta non rispetta non solo i limiti della loro privacy ma nemmeno quelli dei loro domicili privati. Non sono poche le star che hanno denunciato invasioni delle loro proprietà da parte di fan fin troppo esaltati così come altre si sono dovute rivolgere alle autorità giudiziarie in quanto oggetto di stalking. Un brutta esperienza condivisa anche dal rapper Ghali nella cui villa di Buccinasco, centro dell’hinterland milanese, ha fatto irruzione una sua fan di 22 anni. La giovane fan, partita in treno da Moiano, piccolo comune in provincia di Benevento alla volta di Milano al solo scopo di incontrare da vicino il suo idolo, ha però dato in escandescenze distruggendo tutto ciò che le capitava a tiro, vasi e suppellettili vari, e tentando perfino di aggredire Ghali armata di una bottiglietta d’acqua.

LEGGI ANCHE –> Dodici tecniche di bacio per portare l’intimità ad un altro livello, secondo gli esperti del settore

Il trapper Ghali aggredito in casa da una fan che è stata denunciata a piede libero

A porre termine agli atti vandalici della 22enne contro le proprietà dell’artista, ha preso anche a calci la Bmw X2 parcheggiata nel vialetto, l’intervento degli agenti della polizia locale forze e dei carabinieri della Compagnia di Corsico che l’hanno immobilizzata per poi accompagnarla al nosocomio “San Carlo Borromeo” per un controllo del suo stato psico-fisico. Dalle fonti investigative, come riferisce il portale corriere.it, si apprende che anche davanti alle pattuglie la ragazza avrebbe manifestato un acceso rancore nei confronti dell’artista. Qualcuno ha ipotizzato che la 22enne possa essere una stalker oppure vittima di una psicosi passionale conosciuta in ambito scientifico come sindrome di Clérambault, la quale è caratterizzata dall’alternanza di speranza di poter essere ricambiati, di profonda delusione e infine di rancore aggressivo, proprio come quello manifestato dalla giovane campana nei confronti di Ghali. La ragazza è stata poi rilasciata ed è stata solo denunciata a piede libero per danneggiamento e violazione di domicilio.

LEGGI ANCHE –> Ragno trovato nelle banane confezionate, “E’ la specie più velenosa al mondo”