Coronavirus: l’Istat e l’Istituto Superiore di Sanità hanno aggiornato i dati su contagi e vittime al mese di maggio

Coronavirus

Coronavirus: arriva l’aggiornamento del rapporto Istat e Istituto Superiore di Sanità, che viene modificato al 31 maggio. Dopo che c’era stato il precedente con riferimento i mesi di marzo ed aprile. Alla data presa in esame il numero dei morti certificato è 32.981.

Da questo numero il 46% (15.133) sono decedute entro il 31 marzo. Il 42% (13.777) nel mese di aprile. Mentre il 12% dei decessi (4.014) nel mese di maggio. Il calo è netto ed evidente, e conferma il miglioramento della situazione che già a maggio si è avuto.

Questi numeri non fanno altro che confermare la sensazione che già si aveva tempo fa. Che i mesi terribili della pandemia sono stati in Italia proprio quelli di marzo ed aprile. Con i dati sulle terapie intensive che mostrano questa direzione.

Le regioni hanno permesso di arrivare a questo ulteriore aggiornamento con la correzione dei loro dati in possesso. E di avere 406 vittime in più registrate. Con tanti aggiornamenti che alcune regioni hanno fatto ricalcolando i dati in possesso e correggendoli.

–> Leggi anche Coronavirus: il bollettino del 9 luglio: i dati aggiornati dalle Regioni

Evidente il calo dei decessi nel mese di maggio, con la fine delle criticità che hanno investito il nostro paese

Coronavirus: il rapporto dell’Iss e dell’Istat mettono il punto anche sulla situazione dei contagi. Che al 31 maggio sono 232.639, con il picco che arriva a marzo con i 113.351 casi. Anche per quel che riguarda le positività arriva il calo a maggio con 22.893.

Gli altri numeri forniti dal rapporto vedono la diminuzione dei casi nel periodo età 0-14 anni con una percentuale bassissima dell’1%. Con il salire dell’età aumentano anche i rischi di contagi e di conseguenze gravi, con la soglie dei 75 anni.

–> Leggi anche Coronavirus, dati negativi turismo: a giugno netto crollo delle presenze

Coronavirus

Il rapporto Istat Iss conferma in ogni caso tutte le tendenze che già erano state anticipate nei mesi scorsi. Fornendo il numero esatto di contagi e vittime. 

–> Leggi anche Coronavirus: positivo in treno con tosse e febbre, allarme per i passeggeri