Confiscati dalla DIA a Rosario Marchese, contiguo al clan mafioso dei Rinzivillo, beni per 15 milioni di euro tra cui un quadro del XVII secolo stimato 6 milioni di euro

Confiscati dalla DIA beni per 15 milioni di euro tra cui un quadro del XVII secolo
Confiscati dalla DIA beni per 15 milioni di euro tra cui un quadro del XVII secolo del valore di 6 milioni di euro

La Dia di Caltanissetta ha dato esecuzione ad un decreto di confisca, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale del capoluogo nisseno su proposta del Direttore della DIA, Generale di Divisione Giuseppe Governale, nei confronti del libero professionista Rosario Marchese, 32enne di Caltagirone (CT) ma residente a Brescia, agli arresti, per reati di mafia, presso il carcere “Opera” di Milano e considerato vicino sia  sia alla “Stidda” che “clan mafioso dei Rinzivillo” di Gela attivo sia a Roma che in tutto il territorio nazionale. Le indagini hanno consentito di accertarne la sperequazione tra i redditi dichiarati e l’elevato tenore di vita nonché la prepotente ascesa nel panorama imprenditoriale del Nord Italia avendo dato vita in breve intervallo di tempo a numerose società operanti in molteplici settori commerciali, risultate tutte direttamente o indirettamente a lui riconducibili.

LEGGI ANCHE –> Johnny Depp in tribunale: “La mia prima volta con le droghe è stata a 11 anni”

Caltanissetta, confiscati dalla DIA beni per 15 milioni di euro tra cui quadro del valore di 6 milioni di euro

Tra i beni sottoposti a sequestro, come riferisce il portale blogsicilia.it, anche un quadro del XVII secolo di assoluto pregio artistico e stimato dagli esperti 6 milioni di euro. Mentre i sigilli sono stati apposti a 11 società e 2 ditte individuali con sedi a Brescia, Bergamo, Milano, Torino, Verona, Roma e Gela (CL), operanti nei settori della consulenza amministrativa, finanziaria e aziendale, della sponsorizzazione di eventi e del marketing sportivo, del noleggio di autovetture e mezzi di trasporto marittimi ed aerei, del commercio all’ingrosso e al dettaglio di prodotti petroliferi e della fabbricazione di apparecchiature per illuminazione e della gestione di bar.

LEGGI ANCHE –> Scienza: “Per andare su Marte dovremmo passare da Venere”