Sempre più verso la piena normalità: da oggi riaprono le frontiere esterne dell’Unione europea a 15 Paesi terzi tra cui la Cina

Da oggi riaprono le frontiere esterne dell'Unione europea
Da oggi riaprono le frontiere esterne dell’Unione europea

L’Unione Europea riapre da oggi, primo luglio, le proprie frontiere esterne a 15 Paesi terzi, tra cui la Cina. La riapertura avverrà a condizione di reciprocità tra Paesi. Fuori dall’elenco delle riaperture gli Usa dove i contagi da Covid-19 continuano a salire in modo preoccupante. Lo si apprende a Bruxelles dopo il voto dei Paesi membri alla raccomandazione e alla lista. L’Italia ha votato a favore. Intanto, il coronavirus continua a dilagare in America Latina: nelle ultime 24 ore i contagi hanno raggiunto quota 2.576.463 mentre le vittime sono 116.199. Il Brasile è il Paese più colpito sia per numero dei  contagiati (1.402.041,+33.846) che per quello dei decessi (59.594 +1.280). Seguono il Perù, con 285.213 malati e 9.677 morti, e il Cile, 279.393 contagi e 5.688 vittime.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Matteo Bassetti sicuro: “In Italia siamo ai titoli di coda”

Unione europea, da oggi riaprono le frontiere esterne. Approvato il Decreto Legge sui test sierologici

La Camera dei Deputati ha approvato il decreto che autorizza lo svolgimento di uno screening di massa attraverso test sierologici  per mappare la diffusione in Italia del coronavirus ed anche per accertare quanti lo abbiano contratto pur risultando asintomatici. L’Aula di Montecitorio non ha modificato il testo licenziato dal Senato, ragion per cui il decreto è legge. Sono oggetto di approfondimento investigativo i dati relativi alle polmoniti anomale registratesi tra dicembre e febbraio scorsi all‘ospedale di Alzano Lombardo, al centro di una delle inchieste della Procura di Bergamo sulla gestione dell’emergenza coronavirus in Val Seriana. Lo si apprende da ambienti giudiziari. Del resto le polmoniti atipiche, verificatesi ancora prima del 23 febbraio, quando sono stati accertati i primi positivi al Covid-19 nel presidio sanitario, sono già un tema di indagine.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, come comportarsi quando le altre persone non indossano la mascherina