Coronavirus: il ministro all’Istruzione ha smentito tutte le voci sulle barriere in plexiglass: “Mai pensato di farle”

Coronavirus

Coronavirus: il ministro all’Istruzione Lucia Azzolina, intervenuta ai microfoni di “24 Mattina, su Radio 24”, ha chiarito alcuni aspetti sulla materia scuola. Partendo proprio dalla smentita delle barriere in plexiglass.

Che secondo il ministro sono sempre state delle bufale, in quanto non è mai stata presa in considerazione un ipotesi del genere. Probabilmente c’è qualcuno che vuole creare confusione, afferma Azzolina. Che chiude definitivamente l’argomento.

Affermando che con il Comitato Tecnico Scientifico erano state prese tante ipotesi in considerazione. E tra queste anche quella dei divisori, ma i giornali avrebbero riportate notizie non adottate. Bisogna fare riferimento ai documenti ufficiali.

Poi l’attenzione si rivolge alla riapertura delle scuole a settembre. Che dovrà avvenire in modo sicuro e senza rischi per gli studenti. La riapertura è prevista per il 14 settembre per tutte le scuole.

–> Leggi anche Lascia i cani da soli per 2 minuti ed ecco cosa succede – VIDEO

Per il ministro tutto avverrà in sicurezza: in classe sarà rispettato il distanziamento e ci saranno dei banchi singoli

Coronavirus: per il ministro all’Istruzione tutto avverrà nel massimo rispetto della sicurezza e degli alunni. Innanzitutto si dovrà mantenere l’abitudine del lavaggio delle mani. Che per i più piccoli non è un azione scontata.

Ma ci saranno anche delle piccole regole da mantenere. Come il distanziamento e i banchi singoli. Insomma, dal 14 settembre si andrà verso una normalità anche a scuola. Con la situazione che verrà monitorata settimana per settimana.

Per quanto riguarda invece l’uso delle mascherine il ministro non si sbilancia adesso. Perché bisognerà capire come evolverà la situazione. Con il contagio che per il momento appare abbastanza sotto controllo.

Ma lo scenario potrebbe cambiare tra qualche settimana. Anche in meglio, non per forza in modo peggiorativo.

–> Leggi anche Zurigo, tutti a ballare ma 1 è positivo al covid: 300 in quarantena

Coronavirus

Ma bisognerà attendere il mese di agosto, con il punto insieme al CTS e capire se ci saranno gli estremi per procedere verso l’utilizzo o meno della mascherina.

–> Leggi anche Robben come Jordan, il ritorno in campo dopo il ritiro ufficiale