Raggiunta quota 2.5 milioni di positivi al covid negli Stati Uniti mentre in un distretto a sud di Pechino 500 mila persone sono in lockdown

Coronavirus, 2.5 milioni di contagi negli Usa, 500 mila persone in lockdown a Pechino

Sempre grave il quadro epidemiologico negli Usa: secondo quanto riportato dalla Johns Hopkins University nell’ultimo report, negli Stati Uniti si sono registrati altri 288 morti nelle ultime 24 ore a causa del coronavirus. Il numero totale dei decessi sale così a quota 125.768. Gli States restano il Paese più colpito al mondo dalla pandemia in termini assoluti. I casi di contagio sono ormai oltre 2,5 milioni. Per cercare di contenere la diffusione del virus, Los Angeles e altre 6 contee della California chiudono di nuovo mentre altre aree del Paese introducono misure restrittive. Mentre sono oltre 500.000 le vittime di Covid nel mondo, sempre secondo i dati della Johns Hopkins University. I contagi hanno superato i 10 milioni nelle scorse ore. In Brasile 38.693 i nuovi casi e 1.109 morti nelle ultime 24 ore. L’India registra 19.906 nuovi casi di coronavirus mentre Israele si trova “all’inizio di una nuova ondata di malattia”: lo ha reso noto il Ministro della sanità Yoel Edelstein in un intervento tv.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Pregliasco: “C’è un solo modo per evitare la seconda ondata”

Covid, 2.5 milioni di positivi negli Usa. Pechino, 500 mila in lockdown

La situazione dell’epidemia di Covid-19 a Pechino è ancora “grave e complessa” dopo la nuova impennata dei contagi che è stata registrata nelle ultime settimane. Lo hanno spiegato le autorità locali disponendo il lockdown per quasi mezzo milione di persone in un’area vicino alla capitale cinese per scongiurare una seconda ondata. Il confinamento è scattato nel cantone di Anxin, 60 km a sud di Pechino, nella provincia settentrionale di Hebei, dove sono stati accertati undici casi come reso noto dal quotidiano semi-ufficiale Global Times. E come cartina di tornasole dei timori della comunità finanziaria di una recrudescenza della pandemia di coronavirus la Borsa di Tokyo ha aperto oggi in calo, con gli investitori che cercano di blindare i profitti mentre aumentano, come detto,  le paure per la ripresa delle infezioni da coronavirus. L’indice Nikkei ha perso nei primi scambi 243,69 punti (-1,08%), a quota 22.268,39.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus: “Il vaccino italiano? Forse la prima fiala già a settembre”