Coronavirus, il bollettino dal ministero della Salute: oggi in Italia altri 259 positivi e 30 vittime in 24 ore

Coronavirus

Coronavirus: il bollettino del ministero della Salute, in collaborazione con la Protezione Civile porta alla luce nella giornata di oggi 26 giugno altri 259 contagi. Ma anche 30 decessi in 24 ore. Ma vediamo nel dettaglio tutti i numeri della giornata.

Il dato complessivo sui positivi nel paese è di 17.638. I ricoveri sono 1.386 (-129), i pazienti in terapia intensiva sono 105, con un aumento di 2 in un giorno. In isolamento domiciliare ci sono 16.177 persone, -508 rispetto a ieri.

Le vittime sono 34.708, come detto 30 in 24 ore. Numero che ormai da giorni rimane abbastanza stabile, con nessun picco verso l’alto. Dato che conferma il miglioramento della situazione su tutto il territorio nazionale.

I guariti sono 187.615, con un +890 in 24 ore. Le regioni con zero casi sono Basilicata, Provincia autonoma di Bolzano, Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta.

–> Leggi anche Coronavirus, Bill Gates è sicuro: “Vaccino disponibile entro fine anno”

In Lombardia ci sono 156 nuovi casi di positività e 16 decessi in un giorno

Coronavirus: in Lombardia il bollettino di oggi fa registrare 159 nuovi casi di positività su 14.101 tamponi. Il totale dei tamponi nella regione più colpita dall’emergenza ha superato adesso il milione. Dei positivi di oggi, ben 56 sono stati intercettati a seguito di test sierologico.

Sono stati 16 i decessi, con il totale che arriva a 16.624 da inizio pandemia. La situazione dei pazienti: in terapia intensiva ci sono 47 pazienti, con un +1 rispetto a ieri. In reparto ci sono 501 pazienti, -121 rispetto a ieri.

Il dato sui guariti: nelle ultime 24 ore ce ne sono stati 492. Con il numero totale che arriva a 62.77.

–> Leggi anche Coronavirus: quando di preciso è arrivato in Italia? Uno studio fa chiarezza

Coronavirus

Dati in leggero calo, ma che non lasciano affatto tranquilli. Anche per il nuovo caso di paziente grave costretto al trasferimento in terapia intensiva.

–> Leggi anche Coronavirus, l’OMS avverte: “E’ come la Spagnola, che riprese a settembre”