Anche Papa Francesco, con una lettera pubblica, ha esternato la propria vicinanza spirituale ad Alex Zanardi, tuttora ricoverato in gravi condizioni a “Le Scotte” di Siena: “Sei un esempio, prego per te”

Zanardi, Papa Bergoglio: "Carissimo Alessandro, sei un esempio, prego per te"
Zanardi, Papa Bergoglio: “Carissimo Alessandro, sei un esempio, prego per te”

Anche Papa Francesco, attraverso una lettera pubblicata dalla Gazzetta dello Sport, ha assicurato la propria vicinanza spirituale e le proprie preghiere per  Alex Zanardi che versa in gravi condizioni in un letto della Terapia Intensiva de “Le Scotte” di Siena dopo l’incidente con la sua handbike nei pressi di Pienza mentre stava partecipando alla staffetta Obiettivo tricolore: “Carissimo Alessandro, la sua storia è un esempio di come riuscire a ripartire dopo uno stop improvviso. Attraverso lo sport ha insegnato a vivere la vita da protagonisti facendo della disabilità una lezione di umanità. Grazie per aver dato forza a chi l’aveva perduta. In questo momento tanto doloroso le sono vicino, prego per lei e la sua famiglia. Che il Signore la benedica e la Madonna la custodisca. Fraternamente”. Anche Niccolò Zanardi si è unito al coro dei messaggi di sostegno per il padre. E lo ha fatto sul proprio profilo Instagram. “Forza papà, torna presto, ti aspetto“, ha scritto il 22enne corredando il post di una foto di Alex sorridente.

LEGGI ANCHE –> Zanardi il neurochirurgo: “L’ipotesi estrema è che non si risvegli più. Il cervello non si ricostruisce”

Zanardi, escluse responsabilità dell’autista del camion. La lettera di Papa Francesco

Mentre, come detto, ricoverato nella Terapia Intensiva del Policlinico Universitario “Le Scotte” di Siena, il campione paralimpico di handbike, nonché ex driver di Formula 1, Alex Zanardi sta affrontando la gara più dura della propria vita lasciando con il fiato sospeso tutti gli sportivi e non solo, nell’ambito delle indagini per accertare eventuali responsabilità nell’incidente in cui è rimasto gravemente ferito Zanardi arriva un importante chiarimento da parte dell’Avvocato Piergiorgio Assumma, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Vittime Omicidi Stradali: “L’apertura di un fascicolo per lesioni gravi o gravissime nei confronti dell’ autista del camion è un atto dovuto che prescinde da qualsiasi idea o interpretazione degli inquirenti. Infatti, dalla ricostruzione dei testimoni e dalle fonti di stampa, sembrerebbe non esserci alcuna responsabilità del guidatore. L’autista al momento dell’impatto stava rispettando tutti gli obblighi della circolazione stradale. I riscontri, al momento, sono questi. Se così fosse, non c’è responsabilità penale”. In relazione all’evoluzione del quadro clinico di Alex Zanardi, la Direzione dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria “Le Scotte” di Siena  rende noto che “il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di Terapia Intensiva di Siena in condizioni di stabilità dei parametri cardio-respiratori e metabolici. Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno considerate a partire dalla prossima settimana“.

LEGGI ANCHE –> Mafia, confisca di beni a cognato di Matteo Messina Denaro