Presto saranno annunciate le misure messe a punto dal Governo e dalla ministra all’Istruzione Lucia Azzolina per la riapertura delle scuole a settembre

Riapertura scuole arrivo linee guida per settembre cosa attendersi
(Getty Images)

Il ritorno in classe degli studenti dovrà esser in sicurezza: così disporranno le linee guida del Governo sulla riapertura delle scuole a settembre. Giovedì Lucia Azzolina, ministra all’Istruzione, prenderà le decisioni definitive sulle nuove regole per il nuovo anno scolastico. Saranno decise le misure che dovranno essere seguite per assicurare la sicurezza per evitare il rischio di nuovi contagi da Coronavirus.

Presenti il distanziamento nelle aule e le mascherine negli spazi comuni. Obbligatoriamente gli studenti dovranno indossare la mascherina all’interno della classe e durante gli spostamenti dentro la scuola. Da non escludere però che a settembre, a seconda dell’andamento dei contagi, che la di possa togliere nel momento in cui gli alunni si saranno seduti nei banchi. Questi saranno singoli e distanziati di un metro garantendo una distanza sufficiente a scongiurare infezioni da Covid-19.

LEGGI ANCHE —> Coronavirus, approvato il dl scuola: le novità previste nella nuova legge

LEGGI ANCHE —> Fase 2: mascherina, distanza e pranzo al sacco, la nuova scuola a settembre

Riapertura scuole, i possibili provvedimenti del Governo e della ministra Azzolina

Riapertura scuole arrivo linee guida per settembre cosa attendersi
(Getty Images)

I professori in cattedra potranno npn essere obbligati a tenere la mascherina, purché si mantenga il distanziamento necessario dagli studenti. Negli spazi comuni invece si dovrà indossare la mascherina, usare gli igienizzanti che saranno saranno messi a disposizione dalla scuola per chi entrerà nell’edificio scolastico. Dentro gli istituti si dovranno stabilire percorsi specifici per spostarsi.

Se possibile, si dovranno creare entrate e uscite separate stabilendo una specie di senso unico nei corridoi. Per quanto riguarda le classi pollaio, cioè quelle che ospitano 25-30 alunni, non sarà possibile il rispetto dei regolamenti per il distanziamento. Si dovranno formare gruppi ristretti di alunni e, dunque, cercare ulteriori classi utilizzando anche palestra, aula magna o cortile per le stagioni che consentiranno di usufruirne.