Il governo giapponese ha rilasciato oggi la sua applicazione di tracciamento dei contatti coronavirus per iOS e Android. Scopriamo di cosa si tratta.

app contatti

L’app si basa sulla piattaforma di notifica dell’esposizione sviluppata in collaborazione con Apple e Google, utilizzando il Bluetooth per determinare se gli utenti sono entrati in stretto contatto con altri che sono risultati positivi al COVID-19.

Anche se nell’elenco dell’app store si legge semplicemente “COVID-19 Contact App“, il Giappone si riferisce all’app come COCOA, un retroacronimo un po’ contorto che sta per COVID-19 Contact-Confirming Application. È stata sviluppata da ingegneri di Microsoft, secondo Nikkei, che sono stati assunti a maggio dopo che le condizioni di Google e Apple avrebbero portato il governo ad abbandonare il lavoro svolto da un team con sede a Tokyo a favore di una società più grande.

COCOA non memorizza informazioni personali come dati di localizzazione o numeri di telefono, dice il governo, in accordo con la piattaforma di tracciamento di Apple e Google. Al contrario, registra i dati criptati che segnalano i telefoni che sono stati entro un metro per più di 15 minuti; quando una persona riferisce di essere risultata positiva al test COVID-19, gli altri utenti ne saranno informati.

Diversi paesi hanno discusso il loro approccio alle applicazioni di tracciamento dei contatti negli ultimi mesi, con alcuni governi che cercano di esercitare un controllo maggiore sui dati rispetto a quanto consentito dalle API di Apple e Google. La Germania ha rilasciato una propria app basata sulla stessa piattaforma dopo aver originariamente pianificato di sviluppare un sistema diverso, L’Italia ha avuto la sua app Immuni e il Regno Unito ha fatto altrettanto questa settimana con un’app proprietaria del NHS che è stata sottoposta a test.

L’epidemia di coronavirus in Giappone è stata relativamente piccola considerando le dimensioni del paese, con 17.668 casi e 935 decessi confermati finora. Ciò rappresenta una cifra di 140 casi per milione di persone, rispetto ai 1.060 in tutto il mondo. Oggi il governo ha revocato il suo consiglio di evitare gli spostamenti tra Tokyo e le prefetture circostanti, e la ritardata stagione di baseball professionistico della Nippon inizierà questa sera negli stadi vuoti.