Le proteste scatenate dalla morte di George Floyd hanno dimostrato l’importanza di prove video quando si tratta di soprusi da parte delle forze dell’ordine.

siri apple

Mentre le proteste contro la violenza della polizia si sono diffuse in tutto il mondo, abbiamo visto come i video catturati su dispositivi mobili possono aiutare a identificare la cattiva condotta delle forze dell’ordine.

Ma tali prove non sono utili solo in occasione di una protesta, ma anche durante ogni tipo di interazione di routine con la polizia, compresi i posti di blocco. Ecco perché esiste la shortcut vocale di Siri “Mi stanno fermando“.

Una volta caricata questa shortcut (gratuita) sul vostro iPhone, tutto quello che dovete fare è dire “Ehi Siri, mi stanno fermando” e questo darà il via a una catena di eventi. Oscurerà il telefono, metterà in pausa la musica e inizierà a registrare video dalla videocamera frontale. Può anche inviare la vostra posizione attuale e una copia di quel video a un contatto di emergenza, anche se dovrete confermare alcuni messaggi pop-up per completare questi passaggi.

La shortcut stessa è opera di Robert Petersen, che l’ha pubblicata per la prima volta nel 2018. Petersen ha aggiornato il programma da allora, però, e la shortcut ha guadagnato nuova attenzione in seguito alle proteste dopo l’uccisione di George Floyd da parte della polizia.

Ovviamente, registrare le interazioni con la polizia non basta da solo a fermare la cattiva condotta e la discriminazione razziale. Ma può aiutare a identificare e a far vergognare le persone coinvolte. È vero che non tutte le interazioni con la polizia hanno bisogno di essere registrate, ma non è un buon motivo per non registrare lo stesso.

Se volete usare il programma da soli, ci sono alcune cose che dovete fare prima di tutto. È importante notare che il programma non è un’app che si può scaricare dall’App Store, ma una scorciatoia per iOS che si basa sulle funzionalità introdotte da Apple in iOS 12.

Quindi, per far funzionare le cose, dovrete prima assicurarvi che iOS sia aggiornato almeno a iOS 12. Poi, scaricate l’app Shortcuts che trovate sull’App Store. Dopo averlo fatto, visitate questo link sul vostro dispositivo mobile dal browser Safari integrato per impostare la scorciatoia. (Attenzione: gli altri browser non funzionano!) Dovete anche assicurarvi che il vostro telefono possa caricare shortcut non verificate (andate su Impostazioni > Scorciatoie e attivate la funzione Permetti scorciatoie non attendibili per consentirlo) e date al programma l’accesso alla vostra posizione, che potete vedere come fare qui. Quando la usate, dovrete anche approvare manualmente alcuni passaggi (come l’invio del video).

Al momento non esiste un equivalente diretto per Android del programma, ma ci sono applicazioni simili su Play Store che aiutano a registrare in modo discreto i filmati.

Come ha detto Petersen a Business Insider nel 2018, l’app è essenzialmente la stessa delle body camera indossate da molti agenti di polizia. “Ho pensato che, se si viene fermati, non può far male avere una registrazione dell’accaduto“, ha detto Petersen. “La polizia di questi tempi in molti posti ha delle body camera, quindi questo potrebbe essere l’equivalente civile”.