Coronavirus: il commissario Arcuri parla di grande sforzo per portare i tamponi ad un numero considerevole

Coronavirus

Coronavirus: il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri ha parlato in conferenza stampa. Affermando che ad oggi sono stati eseguiti in tutta Italia ben 39.500 tamponi sulla popolazione. Solo nel mese di maggio la media è stata di 61mila al giorno.

C’è soddisfazione nelle parole del commissario. Che auspica di continuare su questa strada per arrivare entro fine anno ad avere un risultato straordinario. La strada sarà ancora impegnativa. Ma Arcuri afferma che si proverà ad arrivare a farne 89mila al giorno.

Incrementare il numero dei tamponi rimane l’unica strada per arrivare ad una tranquillità per la popolazione. Si dovrà in alcuni casi raddoppiare (Lazio da 3.803 al giorno a 6.328) il numero. In altri aumentare in maniera significativa (Lombardia da 12.159 a 21.336).

L’obiettivo per Arcuri dovrà essere uno solo: arrivare per fine 2020 ad aver sottoposto a tampone un terzo della popolazione (28% degli italiani). Poi afferma:“Siamo stati bravi, non era affatto facie uscire da questa situazione”.

–> Leggi anche Coronavirus, Tarro sta con Zangrillo: “Distanziamento e mascherine inutili”

La riapertura dei confini arriva dopo il sacrificio degli italiani dopo il lockdown

Coronavirus

Coronavirus: nella conferenza stampa del commissario all’emergenza Domenico Arcuri c’è tanta soddisfazione per quello che si è riusciti a fare in questi mesi. Contenendo una situazione difficile che non aveva precedenti.

Con numeri record avuti soprattutto nelle regioni del nord. La ‘libertà’ ritrovata dopo 84 giorni difficili è arrivata. Ma adesso bisogna preservarla con atteggiamenti responsabili e corretti, dichiara Arcuri.

“Dall’11 marzo c’è una ritrovata unità” afferma in conferenza stampa il commissario sull’emergenza. Dopo mesi di sacrifici si ritorna alla libertà. Con la data del 3 giugno che diventa il simbolo della ritrovata stabilità e libertà.

Per una ripartenza che Arcuri definisce meritata. Ma da difendere con i comportamenti responsabili delle persone. Infine il commissario parla di mascherine fornite agli studenti per l’esame di maturità.

–> Leggi anche Autopsia George Floyd: “Positivo al Covid, morto di infarto”

Coronavirus

Si tratta di un numero di 5 milioni e 200 mila mascherine che serviranno per gli esami. Per dare la possibilità di esami in sicurezza a tutti i ragazzi.

–> Leggi anche Smartworking, come lavorare senza ammalarsi