Fase 2 e multe folli che si registrano in tutte le regioni. Alcune sono davvero tante assurde. Boom di ricorsi

Fase 2

Fase 2 e multe spesso assurde per i cittadini. Tante storie davvero inspiegabili, che sono state raccontate anche nel periodo di lockdown. Con le forze dell’ordine che in qualche circostanza hanno imposto un pugno duro molto discutibile.

Tanti i comportamenti indisciplinati delle persone. Con le multe che sono state giuste ed ineccepibili. Perché certi comportamenti sbagliati si devono purtroppo reprimere con sanzioni per combattere cattive abitudini e azioni sbagliate.

Ma in alcuni casi servirebbe anche il buonsenso e non sempre l’applicazione della legge a tutti i costi. Potremmo raccontare centinaia di casi e di segnalazioni degli ultimi mesi. Ci limitiamo a riportare quelli che secondo noi sono i più eclatanti di tutti.

Il primo è senza dubbio quello che fa riferimento al 40enne di Cernusco sul Naviglio che ha ricevuto una sanzione di 400 euro perché stava fumando una sigaretta con mascherina abbassata.

–> Leggi anche Coronavirus: ci sono migliaia di contagi nei mattatoi di tutto il mondo

Barista che va a cena dai genitori fuori comune di residenza e anziano sulla panchina al supermercato

Fase 2 che fa registrare tante multe a dir poco inspiegabili. Il 40enne riceve un verbale di 400 euro per aver la mascherina abbassata mentre fuma una sigaretta. Un provvedimento contestato con ricorso.

Altri casi eclatanti. Il primo è quello che riguarda un barista rimasto senza soldi per la chiusura della sua attività durante il lockdown. Va a cena dai genitori e viene multato per aver varcato il confine del comune di residenza.

Il giovane spiega che tecnicamente si tratta di 400 metri. Ma che le due abitazioni si trovano in una zona di confine tra due comuni diversi. Provvedimento anche in questo caso eccessivo.

Altrettanto eccessiva è apparsa la multa all’anziano di Ospitaletto (Brescia) che viene sanzionato dai carabinieri mentre si trovava a riposare su una panchina di fronte ad un supermercato. In fila per entrare, si stava riposando un po’.

–> Leggi anche Calcio, sospetto caso di positività al covid-19 al Bologna

Fase 2

I militari non hanno voluto sentire ragioni con il verbale all’anziano che ha avuto la sola colpa di trovare riposo per una lunga fila. 

–> Leggi anche ‘Ndrangheta e appalti pilotati, arresti e sequestri per 103 milioni