Coronavirus: le responsabilità che vengono fatte ricadere sui lavoratori. Solo a Bari ci sono stati 70 positivi

Coronavirus

Coronavirus e focolai nel mondo. Quando si pensa a casi che aumentano in modo esponenziale si immagina che si tratti sempre di ospedali o Rsa. Ma c’è un altro luogo dove il rischio di contagio è altissimo. E si tratta dei mattatoi.

Nelle strutture dove si macella e lavora la carne c’è un elevato tasso di contagio in tutto il mondo. Casi anche in Italia, soprattutto in Puglia. Con un azienda di Bari che ha riscontrato la positività di ben 70 dipendenti addetti alla macellazione delle carni.

Questo problema si verifica purtroppo in tutto il mondo. In Europa, ma soprattutto negli Usa la situazione è molto critica. Mille i casi in Germania, paese che ha gestito molto bene l’emergenza. Poi Spagna Francia Irlanda con un centinaio di casi come l’Italia.

Numeri più o meno simili in Canada e Australia. Stati Uniti con almeno 5mila contagi. Ma non si esclude che oltre Oceano la cifra possa essere molto più alta. Si teme che si possa arrivare anche al doppio di quella ufficiale.

–> Leggi anche Coronavirus, negli Stati Uniti superata quota 100 mila morti

Tra le cause possibili le condizioni ambientali (luogo chiuso, umidità e freddo) e comportamenti lavoratori

Coronavirus e mattatoi che diventano focolai per la diffusione del virus. In tutto il mondo si registrano migliaia di casi, come avvenuto per le Rsa. Ci si chiede quali possano essere le possibili cause di questi contagi incontrollati. E per quale motivo i mattatoi sono diventati luoghi a rischio, tanto da spingere i governi di molti paesi a chiuderli per qualche mese.

Ci sono due ipotesi da seguire. La prima è quella che porta alle condizioni ambientali che si registrano nei mattatoi. Luoghi chiusi, umidità e freddo. Le condizioni ideali per la trasmissione. Che non avviene tramite le carni da macellare ma solo attraverso il contatto tra persone.

La seconda pista è quella del comportamento sbagliato dei lavoratori. Che usano guanti mascherine cuffie e camici. Ma spesso abbassano la mascherina per comunicate tra di loro. Sotto accusa anche gli spogliatoi. Insomma, soprattutto in Germania la causa si fa ricadere sui lavoratori e ai loro comportamenti sbagliati.

Ipotesi che in ogni caso vanno tutte confermate. Perché quando si è di fronte ad una malattia nuova non si possono dare soluzioni scontate. Quello della carne e della macellazione è un dramma soprattutto americano. Si parla di 5mila contagi nei mattatoi.

–> Leggi anche Calcio, sospetto caso di positività al covid-19 al Bologna

Coronavirus

Ma la sensazione è che la cifra sia sottostimata, e che il numero reale sia arrivato a oltre diecimila casi. Numero enorme che confermerebbe le preoccupazioni governative.

–> Leggi anche ‘Ndrangheta e appalti pilotati, arresti e sequestri per 103 milioni