Torino, parto eccezionale: un intervento molto delicato ma riuscito per una bambina affetta da una grave malattia

Torino

Torino: un intervento davvero drammatico ed allo stesso tempo alla Città della Salute. Una bambina di 38 settimane è stata fatta nascere nonostante le sue condizioni fossero disperate. Intervento con il cuore all’esterno del torace.

Parto difficilissimo non solo per la mamma. La coppia, lei italiana e lui indiano, ha deciso di dare una chance alla piccola. Con un intervento rischioso. Affetta da Ectopia Cordis, una rara anomalia congenita, è nata con il cuore fuori dal torace.

I medici hanno estratto prima la testa dall’utero, per poi permettere alla piccola di essere intubata. Intervento molto delicato. Anche perché in primo luogo le è stata rimossa una massa tumorale che le avrebbe impedito di respirare.

Una storia drammatica che è a lieto fine. Anche se la piccola non è ancora da considerarsi fuori pericolo. In rianimazione, le sue condizioni rimangono stabili.

–> Leggi anche Coronavirus, bollettino mercoledì 27 maggio. Tutti i numeri dalle regioni

I genitori hanno voluto dare una chance di vita alla piccola che adesso continuerà il suo percorso cardiologico

Torino, Città della Salute: i genitori della piccola di 38 settimane hanno voluto dare una chance di vita. Un gesto d’amore, anche se difficile e lungo. La neonata ad una settimana dall’intervento è in rianimazione. Ed è in condizioni stabili.

Lo staff dell’ospedale la seguirà in ogni momento nel suo percorso di riabilitazione cardiologico e cardiochirurgico. Insomma, dalla nascita la sua strada sarà tutta in salita. Con i medici che ce la stanno mettendo tutta per superare i tanti ostacoli che ha avuto.

Il parto come detto è stato davvero complicato. Con la sola testa estratta per permettere alla piccola di essere intubata. Poi le altre operazioni con il cuore esterno al torace. Intervento delicato e perfettamente riuscito.

–> Leggi anche Recovery Fund, miliardi per l’Italia. Conte: “Si va in giusta direzione”

Torino

Adesso si attendono miglioramenti nelle prossime ore per poter andare avanti nel lungo percorso che i medici hanno tracciato per lei già prima della sua nascita prematura.

–> Leggi anche Coronavirus: minacce sui social, sotto scorta anche il Ministro Azzolina