Coronavirus: il viceministro alla Salute è sicuro della bontà dei dati sui decessi registrati nelle ultime ore

Coronavirus

Coronavirus: si registra un moderato ottimismo nelle ultime ore per il calo dei contagi e soprattutto dei decessi in Italia. Il bollettino della Protezione Civile nella giornata di ieri 24 maggio ha evidenziato 50 morti in tutto il paese.

Con la Lombardia, la regione più colpita in questa pandemia, che addirittura ha evidenziato zero decessi in un giorno. Ma in generale tutte le regioni da giorni fanno registrare bollettini con dati in calo. E che confermano che il virus potrebbe essere in una fase calante.

In attesa della conferma del dato di ieri, è il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri a fare il punto della situazione.

Intervenuto ai microfoni di Mattino 24, su Radio 24, il viceministro ha analizzato la situazione contagi e decessi e ha annunciato l’imminente disponibilità dell’applicazione ‘Immuni’ per il tracciamento del contagio.

–> Leggi anche Fase 2: in arrivo gli ‘assistenti civici’ per evitare gli assembramenti

“Penso che il calo dei morti sia reale in tutto il paese. I numeri che abbiamo oggi sono molto più affidabili”

Coronavirus, il viceministro Sileri è convinto che la situazione del contagio e dei decessi sia molto migliorata nelle ultime ore e negli ultimi giorni. Questo non vuol dire che si debba abbassare la guardia. Anzi, proprio in questo momento si deve stare molto attenti.

Per non gettare al vento quello che ad oggi è stato fatto. Per il viceministro alla Salute i numeri sulla diminuzione delle morti è reale. Perché i dati che si hanno oggi sono molto migliori di quelli che si avevano all’inizio.

Con la macchina del controllo dei numeri che con il passare del tempo è molto più efficace. Bisogna capire quello che accadrà nelle prossime ore, ma le sensazioni per Sileri sono buone. Il viceministro si sofferma anche sull’applicazione ‘Immuni’.

–> Leggi anche Coronavirus, uno studio rivela: “Sappiamo cosa può uccidere il virus”

Coronavirus

Che sarà disponibile in breve tempo. Nel giro di 10-15 giorni potrà essere scaricata. rappresentando uno strumento importante per tracciare il contagio.

–> Leggi anche Truffe online, la polizia postale: “Attenzione, non aprite questi link”