Fase 2: gli assistenti civici volontari avranno il compito di controllare i cittadini in pubblico es evitare assembramenti

Fase 2

Fase 2: in arrivo in Italia gli ‘assistenti civici’ che aiuteranno i comuni a ‘vigilare’ sul territorio i comportamenti dei cittadini. Un provvedimento annunciato dal governo e che è molto apprezzato. In questa settimana il bando che è atteso dai sindaci.

Si tratta di 60mila volontari che il governo recluterà in questo nuovo step che si spera possa portare al contagio zero in tutte le regioni. Il 18 maggio scorso hanno riaperto la maggior parte delle attività commerciali.

Oggi riprendono le attività piscine e palestre. Con la conseguente mobilità sul territorio di milioni di persone dalla fine del lockdown. Per questo i timore resta quello di evitare gli assembramenti delle persone in pubblico.

–> Leggi anche Coronavirus, uno studio rivela: “Sappiamo cosa può uccidere il virus”

Impiegati per un massimo di 16 ore a settimana e senza alcun compenso, resteranno ‘in carica’ fino al 31 luglio

Fase 2 che è ormai entrata nel vivo. Già nelle scorse ore in tante città sono stati segnalati tanti assembramenti che preoccupano. Con le forze dell’ordine impossibilitate a controllare tutto il territorio.

Gli assistenti civici avranno un ruolo molto semplice: evitare gli assembramenti. Saranno 60mila e daranno una mano nel far rispettare le regole del distanziamento sociale per le strade. Il loro impiego è volontario e non saranno quindi pagati.

Presteranno un servizio per un massimo di 16 ore al mese e rimarranno in carica fino al 31 luglio. Come detto questo provvedimento è stato molto apprezzato dai sindaci. Che nelle ultime ore sono preoccupati per la ‘movida’ incontrollata nelle città.

Con soprattutto i giovani che non hanno recepito al massimo l’invito delle istituzioni a mantenere in atto il distanziamento in strada. La speranza è che davvero il virus abbia perso la sua virulenza e che il contagio stia rallentando.

Per non vanificare tutto quello che di buono è stato fatto per ottenere il calo dei contagi in questi mesi.

–> Leggi anche Concorso scuola, accordo nel governo: si farà dopo l’estate e sarà senza le “crocette”

Fase 2

Il sindaco di Bari Antonio Decaro, tra gli altri, ha apprezzato la figura dell’assistente civico, che potrà dare una mano al controllo della movida.

–> Leggi anche Truffe online, la polizia postale: “Attenzione, non aprite questi link”