Una trapezista è tragicamente morta dopo essere caduta e aver battuto la testa durante un allenamento.

trapezista


Guadalupe Videla, 29 anni, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale nella città spagnola di Beasain, ma è morta poche ore dopo.

La talentuosa artista è caduta e si è fracassata il cranio a terra dopo essere precipitata per circa 2 metri e mezzo. Si dice che abbia mancato di pochi centimetri il tappetino di sicurezza sotto di lei, e che si fosse appena unita alla truppa de Il Circo Italiano dopo essere arrivata da Andorra.

I capi del circo hanno descritto Guadalupe come “un angelo” e hanno detto che “ha reso possibile l’impossibile” con le sue esibizioni.

In una dichiarazione, il Circo ha detto: “Sappiamo che continuerà a mostrare la sua bellezza e il suo talento e il sorriso fantastico che ci ha sempre regalato dal cielo”.

“Ci mancherà sempre il modo in cui ha reso possibile l’impossibile”.

“I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la sua famiglia. Guadalupe sarà sempre nei nostri cuori”.

Guadalupe, originaria dell’Uruguay, era una trapezista popolare che si esibiva per le folle di tutto il mondo. Viveva in Spagna durante il blocco del coronavirus, che ha appena iniziato ad essere attenuato.

Devastata, una cara amica ha detto che sperava che la sua amica fosse diventata un angelo e le ha detto di portare le sue “ali e volare così in alto dove la tristezza non ti raggiunge mai”.

Paola Tapia ha detto: “Batti le ali e vola così in alto dove la tristezza non vi raggiunge mai”.

“Hai vissuto la tua vita come volevi e hai viaggiato per il mondo come volevi. Sei stata felice e sei diventata un angelo amica mia. Segui il tuo cammino con quelle ali che hai sempre sognato di avere.”

“Ci mancherai tanto. Il mio cuore è spezzato, ma tu mi avresti detto: “Amica mia, non piangere”.