Solo un forte spavento per la scossa di terremoto di magnitudo 5.8 che si è verificata stanotte in mare tra l’Italia e la Grecia

Terremoto di magnitudo 5.8 in mare tra l'Italia e la Grecia
Terremoto di magnitudo 5.8 in mare tra l’Italia e la Grecia

Non accenna a terminare la sequenza sismica da tempo ormai sta interessando tutto il territorio italiano: una scossa tellurica di magnitudo pari a 5.8 è stata registrata nella notte in mare tra l’Italia e la Grecia. Secondo l’Agenzia europea di monitoraggio “Emsc”, il terremoto ha avuto epicentro a 433 chilometri a sud-ovest di Atene mentre l’ipocentro è stato localizzato a circa 10 chilometri di profondità. La scossa sarebbe stata avvertita anche dalla popolazione residente sulle coste di Puglia, Calabria e Sicilia. Al momento non sono pervenute ai centralini dei vigili del fuoco segnalazioni di danni materiali né di vittime o feriti, solo, dunque, un forte spavento per i residenti nelle zone investite dall’evento sismico, in particolare a Brindisi, nel resto della Puglia e in Sicilia orientale.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, quasi 5 milioni di contagi nel mondo. La svolta animalista di Wuhan

Forte scossa di terremoto in mare tra l’Italia e la Grecia. Attivato il Centro Allerta tsunami dell’Ingv

Il terremoto ha attivato il Centro Allerta Tsunami (CAT) dell’INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, essendo la magnitudo dell’evento tellurico al di sopra, anche se di poco, della soglia minima di attenzione. In proposito si ricorda che per essere sempre aggiornati sui terremoti l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia pubblica in tempo reale sul canale Twitter @INGVterremoti le localizzazioni del sisma calcolate in modo automatico dai software della Sala di Sorveglianza Sismica di Roma. Per i terremoti superiori ad una magnitudo di 3.0 un paio di minuti dopo l’evento viene rilasciato un tweet con la stima automatica dell’epicentro e della magnitudo. La localizzazione e la magnitudo automatiche sono calcolate dal software senza intervento umano e sono dunque soggette alle incertezze delle coordinate ipocentrali e della magnitudo insite nel sistema di calcolo.

LEGGI ANCHE –> Teenager rifiuta 8 mln di dollari per il suo sito di tracciamento del Covid