WhatsApp: attenzione a dei messaggi strani, si tratta di una truffa, i malviventi riescono a sottrarre i dati personal’

WhatsApp

WhatsApp: attenzione alla nuova truffa che gira tramite un messaggio. Vi potrà arrivare in questi giorni un link che all’apparenza pare normale. Un invito a spendere un buono spesa di 250 euro di Ikea.

Il noto marchio ovviamente in questa storia non c’entra nulla. Ed è da considerarsi parte lesa nella truffa ingegnata da hacker internazionali. Che sfruttano il marchio della nota azienda per rendere credibile il loro operato.

In un momento difficile per gli italiani, i balordi tentano di giocare sullo stato di necessità delle famiglie. Che in periodi di ristrettezze economiche potrebbero cedere alla tentazione di ricevere un buono di 250 euro da spendere senza vincoli.

L’immagine collegata al link in molti casi è quella della multinazionale svedese. Ma qualche link ne è anche sprovvisto. In caso arrivi un messaggio del genere si invita gli utenti a cancellarlo immediatamente senza aprirlo!

–> Leggi anche Coronavirus, la scoperta: anticorpi nei milanesi già prima dell’epidemia

Il link che arriva sul cellulare reindirizza su una pagina sconosciuta e si invita a compilare alcuni campi

WhatsApp si ritrova ad essere un mezzo attraverso il quale i malviventi tentano di mettere a segno i loro piani. Anche l’azienda di messaggistica è completamente estranea alla truffa. Bisogna solo stare attenti nel caso arrivi un messaggio del genere.

Nel momento che arriva il messaggio tutto fa credere ad una trovata commerciale dell’azienda svedese per invogliare i clienti ad acquistare prodotti in un periodo difficile. Si apre il link e si viene reindirizzati su una pagina sconosciuta.

A quel punto si chiede di inserire i dati personali, con anche gli estremi di carte di credito per sottoscrivere una piccola offerta di importo irrisorio rispetto al valore del buono che poi si riceverà in omaggio.

Non compilare mai quella griglia e cancellare il messaggio! E’ questo l’invito del Codacons che ha denunciato l’accaduto alle autorità competenti. Chi cade in questo tranello innesca gli hacker che da remoto possono entrare in possesso di dati sensibili.

–> Leggi anche Coronavirus, bollettino Lombardia: 294 i nuovi casi, 65 sono i decessi

WhatsApp

Entrando anche nei conti bancari e postali, e spesso riescono a svuotare anche le carte di ogni valore.

–> Leggi anche Mara Venier: il video privato ripresa a sua insaputa, “i fan apprezzano”