Nuovo monito del Direttore Generale dell’OMS Ghebreyesus a non abbassare la guardia: “Covid-19 veloce e fatale come un incendio”

Monito dell'OMS: "Coronavirus veloce e fatale come un incendio"
Monito dell’OMS: “Coronavirus veloce e fatale come un incendio”

Con il conforto dei dati epidemiologici in calo, in molti Paesi, tra cui l’Italia, stanno progressivamente riaprendo tutte le attività economiche e produttive. Tuttavia, tutto ciò non deve essere interpretato come una prossima capitolazione del letale coronavirus: “Il virus è veloce e fatale. Si muove come un incendio. Dobbiamo trattarlo con attenzione e rispetto”. Così il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Ghebreyesus nel proprio intervento alla 73esima Assemblea dell’Agenzia dell’Onu per la salute: “I Paesi che si muovono troppo veloci corrono un rischio vero di ostacolare la ripresa“, ha aggiunto, e “la maggior parte della popolazione mondiale è ancora in pericolo, il rischio è alto, la strada ancora lunga. Non esiste la bacchetta magica, non esiste panacea. Il virus ci ha insegnato a essere umili”.

LEGGI ANCHE — > Coronavirus, dati positivi dai primi test del relativo vaccino

OMS: “Covid-19 veloce e fatale come un incendio”. Stop all’inchiesta sulla gestione della pandemia da parte dell’OMS

Oltre 100 Paesi hanno chiesto l’apertura di un’inchiesta sulla gestione della pandemia di coronavirus da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, tuttavia la suddetta indagine è stata differita al post-emergenza anche perché “mancava l’unità“, come reso noto dal Segretario Generale dell’Onu Antonio Guterres. “Un’inchiesta indipendente sulla pandemia di coronavirus si farà al primo momento opportuno“, ha ribadito Ghebreyesus. Anche per il Presidente cinese Xi Jinping, intervenuto ai lavori della 73esima Assemblea dell’OMS su invito di Ghebreyesus, “ci vorrà un’indagine esaustiva basata su scienza ed eseguita con professionalità ma solo quando l’emergenza sarà sotto controllo“. Nell’annunciare che la Cina donerà all’Organizzazione Mondiale della Sanità 2 miliardi di dollari, Xi ha aggiunto che Pechino “ha agito con trasparenza e rapidità dando tutte le informazioni in tempo utile e aiutando con ogni mezzo i Paesi che ne avevano bisogno”. Infine: “Se trovassimo vaccino, ne faremmo bene comune“.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus: l’allarme dell’OMS sulla sindrome infiammatoria multisistemica