Dal 15 giugno si può tornare a vedere un film nei cinema e si potrà andare a Teatro. Ma si dovranno rispettare alcune regole fondamentali.

Fase 2, dal 15 giugno si può tornare nei cinema e nei teatri
Si potrà tornare al cinema e ai teatri dal 15 giugno

Dopo la riapertura dei negozi, dei bar e dei ristoranti, dei centri estetici e parrucchieri, dal prossimo mese, esattamente dal 15 giungo, si potrà assistere ai concerti dal vivo e si potrà andare nuovamente al cinema e al teatro, dopo che sono stati chiusi a causa del Coronavirus per vari mesi.

LEGGI ANCHE—>FASE 2, RISTORANTI E BAR APERTI | LE REGOLE CHE DOBBIAMO RISPETTARE

“Dal 15 giugno 2020 gli spettacoli con la presenza di pubblico in sale teatrali, sale da concerto e in altri spazi anche all’aperto, nonché le proiezioni cinematografiche sono svolti solo con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori”.

Dal 15 giugno si potrà tornare nei cinema e nei teatri.

Questo è quanto prevede una norma contenuta nel Dpcm. La distanza di almeno un metro deve essere sempre garantita, come anche l’utilizzo delle mascherine.

Per gli eventi all’aperto potranno assistere non più di 1000 persone, mentre per quelli al chiuso, la capienza massima sarà di 200 persone.

LEGGI ANCHE—>FASE 2, CONFESERCENTI: “IL 18 MAGGIO RIAPRIRANNO SOLO 6 ATTIVITA’ SU 10”

Questa data non è ancora definitiva, in quanto le regioni potranno decidere autonomamente quando riaprire. “Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori.

Fase 2, dal 15 giugno si può tornare nei cinema e nei teatri
Si dovrà rispettare il distanziamento e portare mascherine

Restano comunque sospesi: gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui al primo periodo; le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso; le fiere e i congressi”.