Coronavirus: in periodo di pandemia, ma anche di allergie da polline, ci sono molti sintomi che fanno allarmare

Coronavirus

Coronavirus e allergie, con tanti sintomi simili come fare per distinguerle? In periodo di pandemia è uva vera tragedia per le persone che soffrono di allergie. Questo è il momento dell’anno più critico. Con occhi che lacrimano, naso che cola ed asma.

Tutti sintomi che potrebbero far pensare ad un contagio da Covid-19. Anche se chi sa di soffrire di questo disturbo non dovrebbe preoccuparsi, perché in questi mesi è normale che si possa accusare questi disturbi.

Milioni di italiani con l’arrivo della primavera si ritrovano a dover combattere con questo disturbo. E la salvezza per tanti è quella delle terapie a base di antistaminici e di cortisoni nasali.

Ma cosa bisogna fare per capire le differenze tra le due patologie? E per essere sicuri che si tratti di allergia o Covid-19? La sicurezza la da solo il tampone. Ma anche un sintomo.

–> Leggi anche Coronavirus: in Lombardia 39 morti in 24 ore, dato più basso in due mesi

C’è un solo sintomo preciso che più di tutti può portare a sospettare che si sia in presenza di contagio da Vovid-19

Coronavirus o allergia da polline stagionale? Questo dubbio ovviamente potrà averlo solo chi ogni anno sa già di andare incontro a periodi particolari a causa di allergie particolari. Nelle altre persone non ci sono possono essere dubbi.

I sintomi che sono comuni in entrambe le situazioni sono congiuntivite e tosse. Questi sintomi possono riscontrarsi in ambo i casi. L’asma invece è una malattia cronica che a volte si presenta nei soggetti che soffrono di allergie.

Queste persone devono stare molto attente. Perché un contagio da Covid-19 potrebbe portare a conseguenze molto gravi e rischi alti per la salute. Ma c’è più di tutti un sintomo che può far allarmare.

Ed è la febbre. Perché l’allergia porta tanti sintomi, alcuni anche in comune con il Covid-19, ma mai la febbre. Che è un chiaro campanello d’allarme che deve far escludere la presenz dell’allergia.

–> Leggi anche Francia: bimbo di 9 anni muore per sindrome Kawasaki. L’allerta dell’Oms

Coronavirus

Possono quindi passare tutti gli altri sintomo in secondo piano e stare tranquilli. Solo con la febbre la situazione può diventare preoccupante.

–> Leggi anche Coronavirus, Bassetti: “E’ uguale la distanza nei negozi o in spiaggia”