Francia: un bambino di 9 anni è morto all’ospedale La Timone di Marsiglia colpito dalla malattia di Kawasaki

Francia

Francia scossa per la morte di un bambino di 9 anni colpito dalla sindrome di Kawasaki. Malattia che sempre con maggiore frequenza si sente nominare in questo periodo di pandemia mondiale. Si tratta del primo caso francese, ma sale la preoccupazione.

Il bambino è deceduto all’ospedale La Timone di Marsiglia. Il medico Fabrice Michel ha specificato che il decesso è stato causato dalle complicazioni della sindrome di Kawasaki anche se il bimbo è venuto a contatto con il Covid-19. Ma non è stato contagiato.

Scatta a questo punto il livello d’allerta anche oltralpe, ma la situazione sembra al momento essere sotto controllo come riporta anche il quotidiano La Provence. Resta il mistero di questo aumento dei casi della sindrome durante l’emergenza Covid-19.

Tanti i medici che hanno parlato di correlazione tra le malattie, anche se ad oggi non si ha una prova certa della combinazione. L’OMS Lancia l’allarme ai medici: tutto potrebbe essere scatenato dal Coronavirus.

–> Leggi anche Scuola, Azzolina: le insufficienze verranno recuperate l’anno prossimo

La malattia è scatenata da un infezione, e per questo motivo si sospettano i collegamenti con il Covid-19

Francia alle prese con l’emergenza Coronavirus. Ma anche con il campanello d’allarme scattato con la morte del bambino di 9 anni colpito d sindrome di Kawasaki. Come detto il piccolo non è risultato positivo al Covid-19, pur essendo stato a contatto con malati.

Anche in Italia la situazione è abbastanza allarmante. Con i casi che sono in netto aumento in pochi mesi. Con la sola città di Bergamo che conta 20 casi osservati, mentre sono 70 in tutta Italia i piccoli colpiti.

La correlazione con il Covid-19 è risultata evidente per una decina di bambini. Si ricorda che la malattia se curata in tempo non è mortale. E che i sintomi sono febbre ed eruzioni cutanee con macchie su varie parti del corpo.

Il tutto nasce da una infiammazione, che i medici sospettano potrebbe essere scatenata dal Coronavirus.

–> Leggi anche Fase 2, Confesercenti: “Il 18 maggio riapriranno solo 6 attività su 10”

Francia

Si tratta di una sindrome infiammatoria multisistemica che può portare anche a conseguenze per le arterie e per la circolazione.

–> Leggi anche Coronavirus, barbiere positivo girava nelle case: 40 famiglie in quarantena