Dal 18 maggio avremo la possibilità di rivedere gli amici di sempre, ma bisognerà sempre indossare mascherine e rispettare il distanziamento.

Fase 2, dal 18 maggio si possono rivedere gli amici, ma con delle regole.
Dal 18 maggio si potranno rivedere gli amici

Dal 18 maggio l’Italia proverà a ripartire: si potrà prendere un buon caffè al bar e andare a mangiare fuori: non avremo più bisogno delle autocertificazione.

LEGGI ANCHE—>FASE 2: PARRUCCHIERI ED ESTETISTI, TUTTE LE INDICAZIONI PER LA RIAPERTURA

Si potrà fare shopping nei negozi e, dopo più di due mesi, potremmo rivedere anche gli amici. Bisognerà, però, prestare attenzione ad alcune regole che dovremmo seguire per evitare di cadere di nuovo nell’incubo di un contagio da Coronavirus.

Dopo il periodo di “isolamento”, potremmo rivedere gli amici

Dal 18 maggio, dopo oltre 60 giorni di isolamento, gli amici si potranno rivedere. Gli abbracci resteranno vietati, sarà obbligatorio indossare la mascherina e mantenere le distanze di sicurezza.

LEGGI ANCHE—>CORONAVIRUS, PREGLIASCO SICURO: “A BREVE L’EFFETTI DELLE RIAPERTURE”

Non si potranno organizzare cene o feste: gli assembramenti restano ancora vietati in questa fase. Queste condizioni saranno valide ancora per qualche giorno o per qualche settimana.

Dal 18 maggio, però, si potrà tornare alle abitudini di sempre, mantenendo sempre sia le mascherine che il distanziamento sociale. Riapriranno anche i centri commerciali e si potranno prendere caffè ai bar.

A chi non è ancora consentito aprire sono le palestre e i centri sportivi, ma come ha detto ministro dello Sport Spadafora,  la riapertura potrebbe arrivare una settimana dopo, il 25 maggio.

Fase 2, dal 18 maggio si possono rivedere gli amici, ma con delle regole.
Non si potranno fare cene o feste

Mentre gli idromassaggi, le saune e i bagni turchi saranno ancora vietati, dove il virus potrebbe circolare più facilmente.