La giovane cooperante milanese di 24 anni, Silvia Romano, rompe il silenzio con un post su Facebook, ringraziando i suoi amici.

Silvia Romano rompe il silenzio scrivendo un post su Facebook
Silvia Romano abbraccia la sua famiglia dopo 18 mesi

Sabato scorso la giovane cooperante milanese, Silvia Romano, è stata liberata, dopo essere stata rapita in Kenya 18 mesi fa. Sul suo profilo Facebook si può leggere questo messaggio, rivolto ai suoi amici “Sentivo che avreste visto il mio sorriso e avreste gioito perché sono viva, e sono qui. Ho seguito il cuore e quello non tradirà mai. Non arrabbiatevi per difendermi, il peggio è passato”.

Silvia Romano descrive anche l’emozione che ha provato mentre scendeva dall’aereo e la gioia perchè stava per per incontrare la sua famiglia “Non vedevo l’ora di scendere da quell’aereo perché per me contava solo riabbracciare le persone più importanti della mia vita, sentire ancora il loro calore e e dirgli quanto le amassi nonostante il mio vestito”.

LEGGI ANCHE—>SPARATORIA A CIMAPINO: 1 MORTO E UN FERITO. FERMATO IL KILLER

Riportiamo di seguito le parole della giovane milanese “A tutti gli amici e le amiche che mi sono stati vicini con il cuore in questo lungo tempo grazie grazie grazie.

Silvia Romano scrive un lungo post per ringraziare gli amici

Grazie anche a chi non era un amico, ma un conoscente o uno sconosciuto e mi ha dedicato un pensiero.

A tutti coloro che hanno supportato i miei genitori e mia sorella in modo così speciale e inaspettato: scoprire quanto affetto gli avete dimostrato per me è stato ed è solo motivo di gioia, sono stati forti anche grazie a voi e io sono immensamente grata per questo.

Non vedevo l’ora di scendere da quell’aereo perché per me contava solo riabbracciare le persone più importanti della mia vita, sentire ancora il loro calore e dirgli quanto le amassi, nonostante il mio vestito”.

LEGGI ANCHE—>BIMBA MORTA ANNEGATA IN PISCINA | CUSTODE: “NON POTEVA ARRIVARCI DA SOLA”

E ancora si può leggere “Sentivo che loro e voi avreste guardato il mio sorriso e avreste gioito insieme a me perché alla fine io sono viva e sono qui. Sono felice perché ho ritrovato i miei cari ancora in piedi, grazie a Dio, nonostante il loro grande dolore.

Perché ho ritrovato voi tutti pronti ad abbracciarmi. Io ho sempre seguito il cuore e quello non tradirà mai. Vi chiedo di non arrabbiarvi per difendermi, il peggio per me è passato. Godiamoci questo momento insieme. Vi abbraccio tutti virtualmente forte e spero di farlo presto anche dal vivo. Vi voglio bene”.

Nella conferenza stampa di ieri di Giuseppe Conte, il premier si è voluto esprime anche sul caso di Silvia Romano “Non avevo presente quello che è stato detto su Silvia Romano ma non si speculi.

Silvia Romano rompe il silenzio scrivendo un post su Facebook
Silvia Romano dalla sua casa a Milano

Chiunque abbia da speculare su Silvia Romano dovrebbe trovarsi a 23 anni rapito in Kenia, essere trasportati nella foresta bendati, passati in 4 rifugi consecutivi con guardiani armati. Dopo il ritorno potremo ascoltare e verificare tutte le conseguenze del caso”