Tra qualche giorno potremmo tornare ad andare a mangiare fuori al ristorante. Ma prima dovremmo compilare la certificazione di famiglia. Vediamo cos’è.

Coronavirus, fase 2. Arriva la certificazione di famiglia.
Per andare a mangiare fuori si dovrà presentare la certificazione di famiglia

Tra qualche giorno si potrà tornare a mangiare nei ristoranti e questa apertura è  prevista per il prossimo 18 maggio. Ma prima di andare a mangiare fuori, bisognerà compilare una nuova certificazione, chiamata appunto “autocertificazione di famiglia“. Questo è quanto riporta il Corriere della Sera.

LEGGI ANCHE—>CORONAVIRUS: NEI BIMBI NON INIZIA CON LA TOSSE MA CON SINTOMI MOLTO DIVERSI

Questo nuovo modulo consentirà ad attestare la parentela dei clienti, in modo tale da poter allestire tavoli più piccoli e risparmiare spazio, andando incontro alle misure di distanziamento previste e sollevando dalle responsabilità i ristoratori.

Per andare al ristorante sarà necessaria una nuova certificazione.

Questo e non solo sono le nuove regole alle quali ci dovremmo abituare, per ritrovarci a mangiare una pizza fuori. I ristoratori, infatti, dovranno garantire anche un ricambio di aria naturale e la ventilazione dei locali. Inoltre, si dovrà preferire l’utilizzo degli spazi all’aperto.

LEGGI ANCHE—>DOPO IL LOCKDOWN IN TRE COMUNI SI TORNERA’ A SCUOLA

Inoltre, i tavoli dovranno distanziare tra loro almeno di due metri. La mascherina verrà indossata sia per andare al bagno, sia al momento di pagare il conto. Ma anche quando si entrerà o si uscirà dal ristorante.

Il buffet non sarà più consentito; il menù sarà scritto su una lavagna o ci saranno dei fogli monouso.

Coronavirus, fase 2. Arriva la certificazione di famiglia.
Si privilegeranno gli spazi all’aperto

Quando si andrà a pagare, si preferiranno i pagamenti elettronici e le casse, dove possibile, saranno protette da una barriera di plexiglass.