C’è una data ufficiale in cui i fedeli potranno tornare in Chiesa. Ma dovranno attenersi ad alcune e fondamentali regole per evitare il contagio da Coronavirus.

Coronavirus, i fedeli potranno tornare in Chiesa, ma attenzione alle regole
il Premier Giuseppe Conte, dal cardinale Gualtiero Bassetti e dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Dopo il lockdown di 2 mesi, l’Italia inizia a riprendersi, sempre gradualmente. Sono stati riaperti alcuni negozi, bar e ristoranti che preparano cibo da asporto.

LEGGI ANCHE—>TROPPA GENTE IN GIRO, IL VIMINALE STUDIA UNA NUOVA STRETTA

Dal 18 maggio anche i fedeli possono tornare in Chiesa. Ma dovranno attenersi ad alcune regole fondamentali per evitare il contagio da Coronavirus. Questa data è stata stabilita da un protocollo firmato dal premier Giuseppe Conte, dal cardinale Gualtiero Bassetti e dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Dal 18 maggio si può tornare in Chiesa. Ma attenzione ad alcune regole.

Possono riprendere le messe, le entrate delle persone in chiesa saranno controllate e sottoposto a limitazione numerica. Non potranno assistere alla messa coloro che hanno una temperatura pari o superiore a 37,5°.

Per evitare di fare assembramenti, sia all’ingresso che all’uscita  ci saranno alcuni volontari o collaboratori che favoriranno l’accesso o l’uscita e controlleranno sul numero massimo di presenze consentite.

LEGGI ANCHE—>CORONAVIRUS, LOCATELLI: “EPIDEMIA NON E’ FINITA”

Per quanto riguarda il momento dell’eucarestia, il celebrante dovrà igienizzare le mani e indossare i guanti e la mascherina. Dovrà prestare attenzione a non toccare le mani dei fedeli.

Le porte dovranno sempre essere aperte, in modo tale che le persone in Chiesa non dovranno toccare le maniglie. Bisognerà sempre mantenere una certa distanza, almeno un metro.

Alla fine di ogni celebrazione, tutta la Chiesa deve essere sanificata. Potrà partecipare solo un organista, il coro ancora no. Purtroppo, i libretti della messa o dei canti non potranno esserci.

Coronavirus, i fedeli potranno tornare in Chiesa, ma attenzione alle regole
I fedeli dovranno attenersi ad alcune regole

Il segno della pace per il momento non potrà essere eseguito. E cambia anche il momento delle offerte: non potranno più essere raccolte durante la celebrazione, ma i fedeli se lo vorranno, potranno utilizzare dei contenitori che si troveranno vicino agli ingressi.