Coronavirus: in questa fase dell’emergenza si pensa agli aiuti medici a domicilio prima che i pazienti si aggravino

Coronavirus

Coronavirus e nuovi obiettivi per affrontare la malattia. Lo scopo dei medici e dei sanitari in questa fase della pandemia è chiaro. Bisogna puntare a svuotare gli ospedali e curare le persone a casa. Ma prima che si possano aggravare e dover ricorrere alle terapie intensive.

I progressi della ricerca intanto sono evidenti. Ed è proprio questo il passo fondamentale per poter arrivare alle cure a domicilio. Il caso della Lombardia è eclatante. Nella regione più colpita d’Italia il sistema ospedaliero è andato al collasso.

Il numero di pazienti ha superato di gran lunga il numero di posti letto nelle strutture. Questa situazione drammatica però ha fatto scattare l’allarme nelle altre regioni che stanno prendendo le dovute precauzioni. Sperando in numeri decisamente più bassi dei contagi.

Ma alla base di tutto, oltre che alla buona organizzazione, si deve fare anche affidamento a farmaci efficaci.

–> Leggi anche Coronavirus: distanza e mascherine anche a emergenza finita. La riapertura

Se si affronta subito la malattia si può pensare di evitare che degeneri e che si debba ricorrere a cure ospedaliere

Coronavirus e strategie efficaci da mettere in atto nel breve periodo. Abbiamo detto dei farmaci efficaci. A partire da quello anti artrite sperimentato a Napoli. Ma anche di quello per la malaria e l’HIV. Insomma, la sperimentazione continua e sta cominciando a dare speranza.

Ma per arrivare a svuotare gli ospedali e i reparti di terapia intensiva c’è bisogno di strategie di anticipo. E cioè di arrivare in largo anticipo sui pazienti. Prima che possano aggravarsi in modo serio. E per fare questo ci vorranno tantissimi test sulla popolazione.

Anche su persone che presentano sintomi lievi e all’apparenza meno gravi. Solo agendo in questo modo si potrà evitare di arrivare al collasso come è poi successo in Lombardia. Le altre regioni hanno potuto avere il tempo di prepararsi all’emergenza.

La speranza è che abbiano fatto tesoro di queste settimane in attesa del picco che dovrebbe arrivare in questi giorni.

–> Leggi anche Coronavirus, Trump: “Aiuti all’Italia. “Giuseppi” era molto felice”

Coronavirus

Con la parola d’ordine “restare a casa” che deve essere rispettata da tutta la popolazione. Perchè proprio adesso non si deve in nessun modo abbassare la guardia.

–> Leggi anche Coronavirus, esperti: “Il rallentamento si consolida”