Coronavirus, una bellissima storia da Melbourne: un uomo distribuisce 10mila ai bisognosi in fila per sussidio

Coronavirus

Coronavirus e belle storie da raccontare. Anche in questo periodo di crisi mondiale con la pandemia che imperversa in tanti stati. Abbiamo spesso detto che ci sono due tipi di tragedia che si sviluppano in queste settimane. C’è quella della salute, con centinaia di migliaia di infetti nel mondo. E di morti.

Ma c’è anche quella finanziaria. Con le attività lavorative chiuse che rendono impossibile la vita di tantissime persone. File agli sportelli per gli aiuti in molti paesi. Se non si lavora tante le famiglie costrette alla miseria e ad aspettare i sostentamenti da parte dei governi. Ma spesso la lentezza e le cifre irrisorie non bastano.

E in questi casi balzano agli occhi le storie di beneficenza e del cuore grande di alcune persone che non rimangono indifferenti davanti alle tragedie.

–> Leggi anche Coronavirus, Napoli: a casa altri 11 pazienti trattati con il Tocilizumab

Peter Damos: è lui il protagonista di questa bella storia e della donazione alle persone in difficoltà in strada

Coronavirus: la bella storia arriva da Melbourne, in Australia. Ed è stata riportata dal Daily Mail. E il protagonista è Peter Damos. L’uomo ha notato una fila davanti alla Centrelink, l’agenzia australiana che si occupa dei bisognosi.

Tantissime persone che attendevano il loro turno per ricevere sostentamento. Davanti alla filiale di Box Hill l’uomo ha notato la fila interminabile e ha pensato di fare qualcosa per quelle povere persone.

E’ andato davanti ad un bancomat e ha prelevato l’importo massimo disponibile. La somma di 10mila dollari gli ha permesso di distribuire un bel po’ di soldi tra le persone. Ai media locali ha poi confessato che quella fila interminabile lo ha commosso.

E che non poteva pensare che tutte quelle persone dovessero aspettare per mangiare qualcosa. L’incertezza per loro era la normalità, una cosa inaccettabile.

–> Leggi anche Coronavirus, Lombardia: “Calo contagi, +2 i ricoveri in terapia intensiva”

Coronavirus

Lo ha fatto pensando ai suoi figli che si trovano nel benessere. E il pensiero di quelle persone disperate lo ha assalito.

–> Leggi anche Wanda Nara, le dure accuse di Maxi Lopez: “Hai interrotto la quarantena!”