Coronavirus: emergenza e persone che cominciano ad avvertire la pressione per la mancanza di lavoro e soldi

Coronavirus

Coronavirus: emergenza che crea problemi economici per milioni di persone. E casi di aggressioni al personale dei supermercati e all’esterno delle banche che cominciano ad essere costanti e ripetitive nel tempo. Tante le famiglie che non riescono a sopportare lo stop delle attività.

Crisi che fa danni in tutto il paese. Anche se c’è da dire che qualcuno ne approfitta per creare disagi. E per aggravare ancor di più la situazione. Per finire poi agli episodi di delinquenza. Che non vanno mai tollerati. Qualsiasi sia la motivazione, ammesso che ce ne possa essere qualcuna.

Proprio in questi tristi giorni c’è da segnalare un aumento di casi di microcriminalità legati all’emergenza in corso. C’è chi aizza la gente in rete con video shock che istigano all’utilizzo delle armi e della violenza. Ma anche l’assalto dei supermercati senza pagare.

–> Leggi anche Coronavirus, Piero Chiambretti è ancora in ospedale: “Sta combattendo”

Il 67enne è stato aggredito venerdì scorso nei pressi delle rampe di San Marcellino, nel cuore della città

Coronavirus e casi di micro delinquenza che si ripetono su tutto il territorio. Grave quello che è successo a Napoli, ad un 67enne che è stato aggredito alle spalle mentre si avviava verso casa con dei sacchetti di spesa in mano.

L’uomo si trovava nei pressi delle rampe di San Marcellino, nel centro storico della città. L’episodio è accaduto venerdì scorso intorno alle ore 12 ed è stato riportato dal quotidiano Il Mattino. Un fatto grave, che colpisce ed allarma per una serie di motivi.

Innanzitutto perché accaduto in un quartiere popolare e per l’orario. C’è da considerare però che la maggior parte delle città e delle strade in questi giorni sono semi deserte. E che per i malintenzionati agire è molto più semplice.

–> Leggi anche Elisabetta Gregoraci esalta i fan: “Torneremo ad abbracciarci senza paura”

Coronavirus

Il presidio del territorio delle forze dell’ordine non deve mancare in un periodo storico particolare per l’Italia. Dovremo stringere i denti per uscire da una crisi senza precedenti.

–> Leggi anche Coronavirus, Conte: “Siamo nella fase più acuta, ma vicini al picco”