E’ successo a Roma, dove una nave da crociera con 229 turisti, tra cui 3 infetti, sono state allertate le autorità solamente dopo 3 giorni, ma vediamo bene.

Coronavirus: 229 turisti di una nave di cui 3 infetti allertano le autorità dopo 3 giorni
Coronavirus: 229 turisti di una nave di cui 3 infetti allertano le autorità dopo 3 giorni

Gli ospiti della nave da crociera sono stati trasferiti presso un albergo e sono 229, tra cui 3 persone che hanno contratto il Coronavirus.

Ma vediamo come mai le autorità sono state avvisate dopo 3 giorni.

Coronavirus: 229 turisti di una nave di cui 3 infetti allertano le autorità dopo 3 giorni

A quanto si apprende sembra che i passeggeri di questa nave da crociera sono arrivati lunedì a Roma, ma le autorità competenti sono state allertate solamente venerdì.

Ha lanciato l’allarme è stato Mauro Evangelisti del “Il Messaggero”.

LEGGI ANCHE —-> BORRELLI: IL NUMERO DEI CONTAGIATI SALE A 73.880 E CI SONO 646 GUARITI

Sembra, appunto, che i passeggeri siano arrivati su svariati van neri in un hotel in zona Collatina, dove sono scesi tutti i passeggeri, e che sono stati messi nelle varie camere dell’albergo.

Ma per giorni nessuno ha avvisato le autorità competenti fino a venerdì, quando un funzionario dell’ambasciata britannica chiede informazioni sui connazionali e D’Amato viene quindi a conoscenza dell’accaduto.

La nave è “La Costa Diadema”, che faceva rotta verso Marsiglia, ma attracca a Civitavecchia, ed i turisti sono per la maggior parte inglesi, ma anche australiani e neozelandesi.

LEGGI ANCHE —-> CORONAVIRUS, RIPRESA SCAGLIONATA: BAR E DISCOTECHE APRIRANNO PER ULTIMI

La Asl, inizia a fare i primi 30 tamponi e trova 3 casi positivi, e c’è anche un paziente in gravi condizioni che è stato ricoverato in ospedale.

Ma non sappiamo come mai la nave abbia attraccato senza programmare i voli per il rimpatrio, è questa la domanda che ha posto D’Amato nella telefonata con Borrelli.

Ma riescono a trovare un punto d’incontro, perché verranno effettuati i test a tutti i turisti dalla sanità militare e si programmeranno i vari voli per poter rimpatriare i passeggeri.

Le navi da crociera sono un’emergenza in questo momento, a causa di un sistema sanitario già saturo, a causa del Coronavirus.

Coronavirus: 229 turisti di una nave di cui 3 infetti allertano le autorità dopo 3 giorni
Sembra che i passeggeri siano sbarcati lunedì ma le autorità sono state avvertite venerdì

Msc Grandiosa, con a bordo 400 membri dell’equipaggio, né risultano già 12 positivi, ha continuato D’Amato, che è possibile inviare del personale all’interno della nave per aiutare chi è positivo, ma non è possibile ospitare tutti e 400 le persone.

Conclude dicendo D’Amato “Se la compagnia navale organizza i voli di rimpatrio, con il via libera dei paese di destinazione, siamo disponibili a organizzare i cordoni sanitari. Altro non possiamo fare».