Coronavirus: sono 32 i contagiati nella casa di riposo per anziani a Sant’Anastasia, in provincia di Napoli

Coronavirus

Coronavirus e case di cura che continuano a destare preoccupazioni. In italia e all’estero. Abbiamo raccontato nelle scorse ore delle situazioni tragiche che in Spagna e Germania parlano di criticità per le strutture degli anziani. Ma anche oggi la situazione non è certamente migliore.

Purtroppo le polmoniti da Covid-19 colpiscono sempre di più le persone anziane. Ma anche i più giovani nell’ultimo periodo non sono esenti da criticità gravi. In linea di massima in ogni caso la malattia si accanisce con gli over 65 in poi. Popolazione che è presente nelle strutture per anziani che stanno pagando a caro prezzo questa emergenza.

Anche in provincia di Napoli c’è una struttura che sta vedendo aumentare nelle ultime ore sia i decessi che i contagi. Non solo degli anziani presenti ma anche del personale sanitario. Si tratta della struttura di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia. In provincia di Napoli.

–> Leggi anche Francesca Cipriani presenta il suo nuovo look da quarantena: “Vi piace?”

Su un totale di 52 persone tra gli anziani e il personale sanitario, solo 20 persone sono risultate negative ai test

Coronavirus e contagi che aumentano nelle case di cura. In quella di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia la situazione è davvero grave. Si sospetta a questo punto un focolaio nella cittadina vesuviana che conta meno di quarantamila abitanti.

La casa di cura, che si trova a pochi passi dal Santuario della Madonna dell’Arco, celebre per migliaia di fedeli, sta attraversando un momento terribile. Di 52 persone presenti nella struttura tra anziani e operatori sanitari sottoposte ai test, solo 20 sono state negative ai tamponi.

Per 32 persone si attiverà la procedura di isolamento. Per il personale si tratta per lo più di donne che provengono da altri comuni limitrofi. In attesa di risposte di tampone ci sono ancora altre 37 persone. Negativo il priore dei domenicano di Madonna dell’Arco.

–> Leggi anche Coronavirus, Burioni: “L’estate? dipende da come ci comportiamo adesso”

Coronavirus

Si dovrà attendere adesso i risultati degli altri tamponi per quantificare il numero esatto dei contagiati nella struttura. Nei giorni scorsi ci sono stati anche tre decessi. Due dei quali per infezione da Covid-19.

–> Leggi anche Coronavirus, dati negativi in Lombardia. Gallera: “Crescita significativa”