L’Istituto Superiore di Sanità fà chiarezza sul possibile contagio per il Coronavirus da parte di cibo, acqua e scarpe, vediamo meglio insieme.

Coronavirus: chiarezza su cibo, acqua e scarpe da parte dell'ISS
Coronavirus: chiarezza su cibo, acqua e scarpe da parte dell’ISS

L’Iss ha fatto chiarezza, sul possibile contagio da parte di cibo, acqua e scarpe, per quanto riguarda il Coronavirus.

Vediamo meglio insieme quanto comunicato.

Coronavirus: chiarezza su cibo, acqua e scarpe da parte dell’ISS

E’ stato direttamente l‘Istituto Superiore di Sanità, ha fornire alcuni chiarimenti in base al contagio e alla diffusione del Coronavirus sugli alimenti o nell’acqua potabile, o sulle scarpe.

Hanno comunicato che, al momento, non ci sono informazioni che il virus possa sopravvivere sulla superficie degli alimenti, ed è poco probabile.

Ovviamente, devono essere state rispettate tutte le procedure per l’igiene delle mani, o nel caso di tosse, coprirsi con un fazzoletto che poi deve essere gettato, e lavarsi subito dopo le mani, prima di toccare qualsiasi alimento.

LEGGI ANCHE —–> CORONAVIRUS: RAGAZZA 20ENNE POSITIVA, ACCUSA SINTOMI COMPLETAMENTE DIVERSI

Per quanto riguarda l’acqua è sicura sia per la nostra igiene che per quanto riguarda il lato potabile, anzi lavarsi bene le mani è una primaria via di controllo per evitare la trasmissione del Coronavirus, e non è mai stato rilevato nei sistemi idrici.

Passando invece alle scarpe, viene fatta una precisazione, ovvero, che al momento non si conosce per quanto tempo il Covid-19 sopravviva in luoghi aperti.

In teoria, se passiamo con le scarpe su una superficie dove una persona positiva ha espulso delle secrezioni respiratorie, c’è la possibilità che questo sia presente nella suola delle nostre scarpe e che possa essere portato nella nostra abitazione.

LEGGI ANCHE —–> CORONAVIRUS, INASPRIMENTO PENE: GUAI IN VISTA PER CHI NON RISPETTA I DIVIETI

Continua puoi L’ Istituto Superiore di Sanità, che normalmente non tocchiamo il pavimento e di conseguenza il rischio è trascurabile, ma in presenza di bambini piccoli è meglio essere ancora più prudenti, e togliersi le scarpe prima di entrare in casa e lavando i pavimenti con prodotti che contengono cloro all’0.1% come candeggina o varechina diluita

Un ultima riflessione per quanto riguarda i nostri amici a quattro zampe, che portiamo fuori di casa per fargli fare i loro bisogni.

Il principio è lo stesso delle nostre scarpe, ovvero se il nostro animale, passa dove una persona infetta ha rilasciato delle secrezioni, c’è la possibilità che veicoli il virus, ma non ci sono dimostrazioni di contagi in questo modo.

E’ consigliabile, quindi pulire sempre il pavimento con la candeggina o la varechina diluita, ed è possibile lavare la zampe del cane con acqua e sapone, asciugandole bene, ed è bene non far salire il nostro animale su superfici come il letto o il divano.

Coronavirus: chiarezza su cibo, acqua e scarpe da parte dell'ISS
La cosa principale è avere un accurata igiene per contrastare il Coronavirus

Per quanto riguarda il contagio tramite vestiti o capelli, conclude l’Istituto Superiore di Sanità, che rispettando la distanza di almeno un metro con gli altri, è poco probabile che possiamo essere contaminati dal virus.

E’ sempre bene, quando torniamo a casa, sistemare i nostri indumenti non appoggiandoli sul divano, sul tavolo o sul letto.