Tragedia durante la sfilata dei carri di Carnevale a Sciacca, in provincia di Agrigento: un bimbo di 4 anni è morto dopo essere precipitato da un carro

Agrigento, bimbo cade da un carro di Carnevale e muore
Agrigento, bimbo cade da un carro di Carnevale e muore

L’esplodere improvviso, per quanto atteso, dell’emergenza sanitaria legata all’epidemia di coronavirus con i primi contagiati e soprattutto la prima vittima italiana, un muratore in pensione di 78 anni, sta facendo passare in secondo piano il fatto che mancano pochi giorni al Carnevale; una festa laica, erede della tradizione latina dei Saturnali, che viene celebrata anche attraverso l’allestimento di grandi e variopinti carri allegorici, vera attrattiva per grandi e piccini. Pertanto, l’avvicinamento al Martedì Grasso (alias Carnevale), così definito perché si gozzoviglia  si fa baldoria il più possibile in previsione dell’inizio, il mercoledì successivo, dei quaranta giorni della Quaresima pasquale quando un tempo ci si asteneva da ogni forma di piacere, è scandito da lunghe colonne di carri allegorici che sfilano sulle strade di tante città italiane, da quelli più famosi di Viareggio a quelli di centri del profondo Sud dove tale tradizione è meno radicata che al Centro-Nord Italia. Una vera festa, tali sfilate dei carri di Carnevale, che talvolta per una distrazione può trasformarsi in un dramma: un bambino di 4 anni, a Sciacca, in provincia di Agrigento, è caduto da un carro allegorico ed è morto a causa della ferita riportata alla testa.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, prima vittima italiana

Agrigento, bimbo cade da carro di Carnevale e muore. Il padre voleva scattargli una foto

Una fatalità o, meglio, una tragica concatenazione di distrazioni all’origine di questo dramma che ha fatto piombare nella disperazione una famiglia che si accingeva a trascorrere qualche ora di divertimento e di spensieratezza. Il piccolo era stato posto sul carro dal padre in quanto voleva scattargli alcune foto. Quando però il trattore si è messo in movimento, il bambino è caduto a terra battendo la testa. A nulla è servita la corsa all’ospedale: quando il piccolo vi è giunto, era già privo di vita. La manifestazione, una delle più antiche e seguite della Sicilia, in segno di cordoglio è stata doverosamente annullata.

LEGGI ANCHE –> Teora il sindaco: “vi offro casa se portate i vostri bambini” boom di email