Per alcune pensioni ci potrebbe essere il rischio della sospensione nel mese di Febbraio, vediamo insieme come evitarlo, e per quali pensioni.

Pensioni: rischio sospensione per il mese di Febbraio, come evitarlo
Pensioni: rischio sospensione per il mese di Febbraio, come evitarlo

Per il mese di Febbraio, su alcuni tipi di pensione, ci potrebbe essere la sospensione dell’emissione.

Vediamo insieme, quali pensioni potrebbero essere toccate e come evitare il problema.

Pensioni: rischio sospensione per il mese di Febbraio, come evitarlo

Le pensioni che potrebbero non ricevere l’importo che gli spetta sono quelle di invalidità, o di accompagnamento ed assegni sociali.

Per questo tipo di pensioni, bisogna inviare il modello Red, ICRIC, ICLAV o Acc-As/Ps, ed un ritardo, o il non invio, della documentazione può causare un blocco sull’emissione dell’assegno.

LEGGI ANCHE —-> SASSARI, DONNA UCCISA: L’EX AVEVA IL DIVIETO DI AVVICINARSI ALLA VITTIMA

Inviare la documentazione richiesta è responsabilità di chi riceve la pensione, e la trasmissione deve essere fatta nei tempi previsti dalla legge.

Da alcuni anni, l’Inps non invia più la lettera che deve essere compilata dai pensionati che ricevono questo tipo di pensione, ma spetta a questi ultimi dimostrare che gli spetta, per ricevere l’assegno.

LEGGI ANCHE —-> TORINO: MORTO DI ANORESSIA A 20 ANNI I GENITORI DENUNCIANO “CI HANNO LASCIATI DA SOLI”

I moduli, sono disponibili online per chi lo può farlo da solo, oppure si può rivolgere ad un Caf, che  lo può aiutare.

Il vari modelli che si possono compilare vanno inviati entro e non oltre il 20 febbraio 2020, come comunicato anche dall’Inps a partire da settembre o tramite lettera o stringa telematica.

Pensioni: rischio sospensione per il mese di Febbraio, come evitarlo
Il termine ultimo per inviare la documentazione è il 20 Febbraio

Massima attenzione, quindi, nel’inviare la documentazione richiesta entro i tempi stabiliti, altrimenti potrebbe non essere erogata la mensilità della pensione.