Colpo alla Sacra Corona Unita, la mafia egemone in terra di Puglia: 37 arresti per associazione di tipo mafioso e finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti

Sacra Corona Unita: 37 arresti
Sacra Corona Unita: 37 arresti

Scacco ai danni della potente mafia pugliese, la Sacra Corona Unita: i carabinieri hanno eseguito, a Brindisi e provincia, due ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Dda, nei confronti di 37 persone. Si tratta di indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, estorsioni, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti. Dei 37 destinatari di tali misure restrittive 29 sono finiti dietro le sbarre mentre 9 sono stati confinati agli arresti domiciliari.

LEGGI ANCHE –> Malore in Hotel, oltre 200 persone colpite: si indaga sul virus misterioso

Blitz contro la Sacra Corona Unita: 37 arresti. Altri 24 arresti nella capitale per traffico di droga

Il blitz dei militari dell’Arma contro la Sacra Corona Unita si è svolto quasi in contemporanea con un altro dei loro colleghi laziali che hanno tratto in arresto 24 persone, tra cui 5 donne, appartenenti a una organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti ed attiva nei comuni dell’hinterland nord-est di Roma. Le indagini, condotte dai carabinieri sotto il coordinamento della DDA di Roma, hanno consentito di documentare che la commercializzazione della droga generava introiti per circa 90.000 euro al mese. Inoltre, i pusher arrestati nel tempo venivano subito sostituiti per non interrompere il flusso della distribuzione capillare delle sostanze stupefacenti. Violento il sistema di “recupero crediti“: estorsioni anche con le armi per i clienti che non pagavano.

LEGGI ANCHE –> Operazione dei carabinieri contro il traffico di droga: 16 arresti diverse città