Notte degli Oscar 2020: trionfa il film sudcoreano “Parasite” ed è un Oscar storico. Joaquin Phoenix e Renée Zellweger migliori attore ed attrice protagonisti

Notte degli Oscar, trionfa il film sudcoreano "Parasite"
Notte degli Oscar, trionfa il film sudcoreano “Parasite”

Notte degli Oscar storica: è, infatti, il film sudcoreano “Parasite” di Bong Joon Ho, prima volta assoluta per un film non in lingua inglese, ad aggiudicarsi l’ambita statuetta nella categoria più prestigiosa, quella per il migliore film. Per la verità c’è il precedente di “The Artist”, che trionfò nel 2011, ma era un film muto ed ambientato ad Hollywood. Notte da incorniciare per Bong Joon Ho che si è portato a casa anche le statuette per miglior film straniero, migliore sceneggiatura originale e soprattutto per miglior regista sbaragliando la concorrenza di autentici mostri sacri della settima arte quale Sam Mendes, Todd Phillips, Quentin Tarantino e Martin Scorsese al quale, al momento di ritirare la relativa statuetta, regala una standing ovation: “Quando studiavo cinema ciò che più mi è rimasto nel cuore è la frase: più si è personali, più si è creativi. E quella frase l’ha detta Scorsese che ho studiato a scuola”. Grande sconfitto “1917” di Sam Mendes, dato per favorito alla vigilia, che si è aggiudicato solo 3 statuette, a fronte delle 10 nomination, peraltro in categorie minori, quelle per il miglior sonoro, la fotografia e gli effetti speciali.

LEGGI ANCHE –> Sanremo: ecco quanto ha raccolto dalle pubblicità la Rai, una cifra impressionante

Pronostici confermati per le categorie riservate agli attori: Joaquin Phoenix, alla quarta nomination, si è aggiudicato la statuetta per il migliore attore protagonista per la sua magistrale interpretazione in “Joker“, Oscar per migliore attrice protagonista a Renee Zellweger per “Judy“, prima statuetta anche per la ex Bridget Jones. Migliori attrice ed attore non protagonisti Laura Dern e Brad Pitt che, in una cerimonia molto orientata politicamente visto il discorso ultra-ambientalista e pro diritti civili di Joaquin Phoenix, ha lanciato una stoccata al Senato Usa per non aver consentito l’audizione di ulteriori testimoni nel processo d’impeachment a carico dell’inquilino della Casa Bianca Donald Trump: “Mi hanno detto che ho solo 45 secondi qui sul palco che è comunque più di quanto il Senato abbia concesso a John Bolton questa settimana”.

LEGGI ANCHE –> Amadeus in lacrime durante la conferenza finale di Sanremo 2020