Uomo sordo fa causa a Pornhub: Yaroslav Suris contro il sito per violazione dell’American Disabilities Act

Uomo sordo

Uomo sordo fa causa a Pornhub. Il motivo? Perché alcuni video non avevano i sottotitoli e lui non riusciva a capire i dialoghi. Sembrerebbe una fake news quella che arriva dagli Usa, ma invece non lo è. Perché è tutto vero e questa storia riguarda il signor Yaroslav Suris che è appunto un non udente.

Navigatore esperto, a quanto pare anche appassionato di video porno. Tanto da portare in tribunale i responsabili del celebre sito dai contenuti per adulti perché non rispetterebbe i diritti delle cosiddette ‘categorie protette’. E nello specifico si parla dell’American Disabilities Act, che in rete garantisce il rispetto delle persone con problematiche come quella del signor Suris.

Il motivo è il mancato inserimento di sottotitoli ai video caricati nel sito. O almeno, ce ne sarebbero alcuni che ne sono sprovvisti su Pornhube.

–> Leggi anche Elena Morali fa impazzire i fan di IG con il suo bikini: “Che bomba!”

Per il signor Suris ci sarebbero almeno tre i video sprovvisti di sottotitoli su Pornhub

Uomo sordo

La storia dell’uomo sordo che porta in Tribunale Pornhub è vera. In tanti non hanno creduto all’inizio alla news che sembrava caratterizzata dai tratti della ‘bufala’. Invece la storia che arriva dall’America da un lato ha fatto sorridere, ma dall’altro ha evidenziato di come anche in rete ci siano delle discriminazioni per le persone con handicap.

Questo del sito porno potrebbe essere sicuramente un caso limite, anche se quello a luci rosse rimane il mercato più cliccato del web. Ma da questo esempio ci si può rendere conto di quante discriminazioni ci possono essere ancora oggi in rete. Mancanza di sottotitoli per un non udente, mancanza di spiegazioni audio esaustive per un non vedente.

In quest’ottica ancora tanto si deve fare per colmare questi gap. Nel caso specifico del signor Suris, ci sarebbero almeno tre video su Pornhub sprovvisti di sottotitoli. E questa mancanza lo ha portato ad agire contro i responsabili del sito. Fatto che adesso non solo farà allineare Pornhub all’American Disabilities act, ma probabilmente farà in modo che anche gli altri si possano mettere in regola per i diritti dei non udenti.

–> Leggi anche Donna dichiara 4 gravidanze e 12 aborti non va al lavoro da 20 anni