unghia e capelli

Avere dei capelli fragili vuol dire aumentare il rischio di caduta e questo può portare a conseguenze psicologiche per la persona non indifferenti.

Questo perché, solitamente, una caduta eccessiva dei capelli è sintomo di un problema dermatologico che sta alla base, poiché i capelli cadono perlopiù quando il loro ciclo vitale è stato accorciato da modificazioni che ne hanno trasformato la struttura.

Le cause dei capelli fragili

Il più delle volte si parla di carattere ereditario anche se gli uomini ne sono in media più affetti rispetto alle donne. La caduta dei capelli si verifica principalmente durante la terza età di una persona ma sono sempre di più i giovani che cominciano a perdere i capelli già in giovane età.

Una delle principali cause della fragilità dei capelli è rappresentata dalle microinfiammazioni cutanee, evidenziate dalla presenza di cellule immunoinfiammatorie, che alterano la struttura del capello. Forfora, prurito, secchezza epidermica sono solo alcune delle problematiche legate a queste microinfiammazioni.

Anche l’assunzione protratta nel tempo di alcuni farmaci può andare a minare l’equilibrio strutturale del cuoio capelluto, portandolo ad un progressivo assottigliamento.

Gli alimenti consigliati contro la caduta dei capelli

Un corretto nutrimento dei capelli è alla base della loro salvaguardia e per permettere ciò abbiamo bisogno di introdurre gli alimento giusto all’interno del nostro corpo. Ecco quali sono:

amminoacidi solforati come metionina e cisteina rappresentano il substrato per la sintesi della cheratina che è la proteina strutturale dei capelli; la carenza nutrizionale di tali amminoacidi può determinare sia la fragilità che il diradamento dei capelli. Questi elementi sono presenti principalmente nelle proteine dei cereali, che devono essere quindi consumati in abbondanza;

LEGGI ANCHE —-> SONDRIO: PIZZERIA VIETA L’INGRESSO AI BAMBINI MALEDUCATI PER COLPA DEI GENITORI

vitamine: le vitamine più importanti per mantenere in salute e i capelli sono soprattutto quelle del complesso B tra cui la B5 (acido pantotenico) conosciuta come vitamina anticaduta per il suo effetto protettivo a livello del cuoio capelluto. Questo composto è presente sia nei prodotti vegetali che in quelli animali. La vitamina B6 è utile per catalizzare l’utilizzo degli amminoacidi solforati a livello dei capelli, e agisce anche contrastando l’azione della 5-alfa reduttasi che è un enzima attivo sulla trasformazione del testosterone in DHT. La vitamina H e quella PP sono indispensabili per la sintesi dei capelli, mantenendo l’integrità cutanea del cuoio capelluto. Entrambe sono presenti nelle uova e nella carne. La vitamina C potenzia la sintesi delle proteine strutturali del capello, ed è ampiamente contenuta negli alimenti vegetali, soprattutto gli agrumi;

– alcuni fitoestrogeni come gli isoflavoni presenti negli alimenti di origine vegetale, come frutta, verdura, legumi, soia, eccetera, fungono da fattori preventivi per l’assottigliamento dei capelli.

Le cause delle unghia fragili

La fragilità delle unghie è data da alcune modificazioni strutturali che si presentano quando al corpo mancano determinati nutrienti o in seguito a traumi di tipo dermatologico.

Le unghia possono sfaldarsi in superficie (onicoschizia lamellina) o presentare delle fessure verticali (onicoressi). A volte può anche rompersi del tutto. Il più delle volte quest’ultimo fenomeno è riscontrato nelle donne e negli anziani, a causa della maggiore propensione all’utilizzi di sostanze chimiche a ph estremo.

LEGGI ANCHE —-> DIETA: PERDI 5 KG IN 7 GIORNI CON LA DIETA DELLA MELA E DEL RISO

Ad ogni modo la fragilità delle unghie dipende soprattutto da carenze vitaminiche, in particolare della vitamina A, vitamina B6, vitamina C, vitamina E. non dovrebbero mai mancare al nostro organismo poiché sono i responsabili della maggior parte dei processi vitali del nostro corpo.

Gli ultimi studi scientifici dimostrano addirittura che la carenza anche di uno solo di questi elementi potrebbe portare ad una fragilità delle unghie.

Gli alimenti consigliati per le unghie fragili

Le unghie vanno irrobustite attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata. In particolar modo non devono mancare questi elementi:

Amminoacidi essenziali come fenilalanina, triptofano, treonina, isoleucina, metionina, arginina e lisina.

amminoacidi solforati come cisteina, omocisteina e taurina;

amminoacidi solforati come cisteina, omocisteina e taurina;

vitamine come vitamina A, vitamina E, vitamina C, vitamina B6;

minerali come ferro, rame, selenio, zinco, e silicio.

Unghie e capelli fragili? Ecco gli alimenti da consumare per rafforzarli
Unghie e capelli fragili? Ecco gli alimenti da consumare per rafforzarli