Quando si è a dieta, o si vuole controllare il peso prima di grandi mangiate, come il Natale, cosa è meglio scegliere tra il prosciutto crudo e quello cotto.

Tra il prosciutto crudo e quello cotto quale è meglio mangiare per non ingrassare
Tra il prosciutto crudo e quello cotto quale è meglio mangiare per non ingrassare

Tra il prosciutto crudo e quello cotto, prima di grandi mangiate, o per controllare il peso in un periodo di dieta, quale dei due è meglio scegliere?

Vediamo insieme la differenza di calorie, e di nutrizionali, e sfatiamo alcuni miti che possiamo trovare sul web.

Prosciutto crudo o cotto?

Tutti noi, abbiamo affrontato periodi, chi più brevi e chi meno, dove siamo stati molto attenti a quello che mangiamo, per cercare di perdere qualche kg e per sentirci più in forma, o per prepararci a grandi abbuffate, come il Natale, e limitare eventuali “danni”.

D’istinto, se dobbiamo scegliere tra il prosciutto crudo e quello cotto, si preferisce il secondo, ma è davvero quello che ci fa ingrassare di meno?

Tra il prosciutto crudo e quello cotto quale è meglio mangiare per non ingrassare
Il prosciutto cotto sembra avere maggiori calorie rispetto a quello crudo

Il prosciutto cotto, per come viene preparato, quindi con la salamoia, contiene nitriti, glutammati, e latte in polvere, ha un elevato contenuto di sale, grassi e carboidrati, quindi se vogliamo tener sotto controllo il nostro peso, non è particolarmente indicato.

Sfatiamo quindi il mito, che il prosciutto crudo sia più grasso, in realtà è meglio mangiare quest’ultimo, anche perché il grasso è ben visibile, e possiamo tranquillamente toglierlo.

LEGGI ANCHE —-> ALIMENTAZIONE: I 9 CIBI VELENOSI, TOSSICI E LETALI DA EVITARE

Contiene anche un elevato contenuto di proteine, un quantitativo maggiore di vitamine del gruppo b e un buon quantitativo di sali minerali.

E’ quindi abbastanza scontato scegliere il prosciutto crudo, rispetto a quello cotto, ma non è possibile per tutti poter prediligere questa opzione, come ne caso di chi soffre di pressione alta.

Il motivo è semplice da spiegare, nel prosciutto crudo viene eseguita la salatura a secco ed il contenuto di sodio, al suo interno, è nettamente superiore.

Passiamo al quantitativo di calorie che ci sono all’interno, sia nel prosciutto crudo che in quello cotto.

Nel prosciutto crudo, ogni 100 grammi ci sono 330 kcal, mentre in quello cotto ne possiamo trovare 215 kcal, sempre ogni 100 grammi.

La differenza, tra i due prodotti, non è molta, anche se pensiamo che nel prosciutto crudo, vedendo il grasso, lo possiamo togliere tranquillamente, abbassando l’apporto calorico.

LEGGI ANCHE —-> TORRONE MORBIDO RICETTA CLASSICA, COME PREPARARE IN CASA QUESTO DOLCE DI NATALE

Dopo tutto, quindi, la scelta tra i due prosciutti, per chi vuole seguire un regime alimentare controllato, ricade su quello cotto, avendo 215 kcal e 14 gr di grasso ogni 100 grammi.

Ma il Natale è vicino, e nei giorni di festa, e di pranzi e cene in famiglia, non controlliamo le calorie, ma quello che ci fa più piacere mangiare, pensiamo ad un regime alimentare più controllato dopo il 27 Dicembre.

Tra il prosciutto crudo e quello cotto quale è meglio mangiare per non ingrassare
Nel prosciutto crudo possiamo togliere il grasso, ma non tutti lo possono preferire per il sale al suo interno