Piazza San Giovanni, a Roma, oggi verrà invasa da migliaia di sardine per il primo meeting nazionale del movimento ideato da 4 amici su facebook. Anche Salvini in piazza oggi, a Milano, per il “No Tax Day”

Roma, primo meeting nazionale delle "sardine"
Roma, primo meeting nazionale delle “sardine” (virgilio.it)

Sempre più protagoniste della scena politica, le “sardine“, il movimento spontaneo nato su facebook dall’idea di 4 trentenni, tra cui Mattia Santoni, il loro “volto pubblico”, visto che imperversa in ogni talk show politico, che in breve tempo ha conquistato le piazze di tutta l’Italia, tornano in piazza oggi a Roma dove ne sono attese a migliaia per il loro primo meeting nazionale. Per l’occasione, dopo le polemiche per la preannunciata adesione all’evento dei neofascisti di CasaPound, gli organizzatori hanno specificato che “il raduno sarà una festa contro l’odio e per i valori costituzionali ed antifascisti“. Ammesso, pertanto, solo il simbolo delle sardine, banditi tutti gli altri. E per rimarcare ulteriormente la contrapposizione alla politica dell’odio e dell’intolleranza di Salvini, sarà sfida a distanza con il leader del Carroccio che oggi arringherà la folla dei propri militanti, riunitisi a Milano, nell’ambito della manifestazione “No Tax Day“.

LEGGI ANCHE –> Maltempo, danni per pioggia e vento a Palermo

Oggi “sardine” di nuovo in piazza a Roma. Chi è Mattia Santori

Mattia Santori, leader delle “sardine”, ideato insieme a tre amici, è un giovane analista di politiche energetiche e infrastrutturali per Energia, la rivista trimestrale di divulgazione scientifica curata dalla società di ricerca Rie-Ricerche Industriali ed Energetiche, fondata, come riferisce la “Verità”, dall’ex Ministro Alberto Clò e dall’ex Premier Romano Prodi. Per conto di tale rivista Mattia Santoro si occupa di osservare le evidenze economico-scientifiche in chiave di sostenibilità ambientale e sociale, con particolare riguardo ai processi di partecipazione ed inclusione nelle politiche pubbliche. Non solo impegno politico e coscienza ambientalista. Mattia Santori, 32 anni, con una laurea magistrale in Economia e Diritto, è un giovane come tanti altri, con le sue passioni ed hobby: Mattia è istruttore sportivo “polifunzionale”: insegna, infatti, atletica ai bambini, il frisbee agli universitari e pratica il  basket con i disabili.

LEGGI ANCHE –> Snack fuori pasto: consumatori preferiscono quelli al cioccolato fondente