La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha ordinato per domani che le scuole di ogni ordine e grado siano chiuse a seguito dell’allerta meteo

Scuole chiuse Roma domani maltempo allerta meteo
Scuole chiuse a Roma

L’allerta meteo gialla per rischio ideogeologico per la giornata di venerdì 13 dicembre sul Lazio, ha spinto Virginia Raggi a correre ai ripari. La sindaca di Roma ha infatti diramato una nota in cui si legge che, a seguito di quanto comunicato dalla Protezione civile della Regione Lazio, sarebbe in arrivo un’ordinanza. Grazie ad essa di disporrà a chiusura di tutte le scuole di ordine e grado, parchi, cimiteri e ville storiche per la giornata di domani. Una decisione che giungerà al fine di limitare eventuali disagi per via del previsto rischio allagamenti. Infatti si prevedono, sempre nella giornata di domani, piogge e temporali nonché forti venti di burrasca con raffiche di tempesta e forti mareggiate lungo le coste. Il maltempo purtroppo non riguarderà solo Roma e il Lazio, ma gran parte dell’Italia.

LEGGI ANCHE —> Tempesta Santa Lucia: in arrivo in queste ore una nuova allerta meteo

LEGGI ANCHE —> Allerta meteo: tempeste di vento in tutta Europa il 12 e 13 dicembre

Allerta meteo, scuole chiuse a Roma domani: il punto sul maltempo in Italia

Infatti già dalla tarda mattinata di domani forti venti di burrasca fino a tempeste potrebbero interessare anche Emilia-Romagna orientale, Toscana, Umbria, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna e Puglia. Inoltre precipitazioni intense e grandinate potrebbero colpire Campania, Basilicata e Calabria, soprattutto su zone tirreniche. Non solo piogge e temporali però. Nel settentrione infatti è prevista altra neve su Valtellina e Valchiavenna, in provincia di Sondrio. Per questi settori il rischio è quello di gelate durante la notte per via della diminuzione delle temperature. Le nevicate sono già giunte anche sulla provincia di Mantova. Prime imbiancate sono arrivate sull’Appennino toscano, purtroppo anche nella zona del Mugello, negli scorsi giorni interessata dal terremoto. Neve che si è poi trasformata nella notte in pioggia.