Acqua della pasta. Aggiungere il sale prima o dopo? La risposta degli chef per non sbagliare tempi

Acqua della pasta

Acqua della pasta e il dubbio di quando salarla. Spesso un problema per i tanti che si avvicinano ai fornelli. Sia per chi lo fa per la prima volta. Ma anche per tutti quelli che vogliono avere un piatto perfetto con cottura e sapore giusti. Si sa che sono i piccoli accorgimenti e i dettagli a fare la differenza.

Soprattutto in cucina dove la cura dei particolari fanno in modo che a tavola arrivi il meglio che metta d’accordo tutti i palati. Ma se per la cottura e la quantità del sale il fattore può essere anche soggettivo (c’è chi la preferisce al dente e chi poco salata), quello del momento giusto non si deve sbagliare.

Ma allora quale il momento migliore? La risposta arriva dagli esperti. Dagli chef che negli ultimi anni stanno comparendo con sempre maggiore frequenza anche in televisione. Con apparizioni o in programmi interamente dedicati alla cucina. Confermando la tradizione che oggi sempre più uomini si cimentano ai fornelli.

Per lavoro o per necessità. Per quel che riguarda i tempi di attesa non cambia niente. Nel senso che restano gli stessi sia nel caso si provveda a farlo durante che dopo la cottura. Gli chef però sono concordi nel salare la pasta prima della cottura definitiva.

–> Leggi anche Trapianti di rene: tre in un solo giorno, è record all’AOU Federico II

Salare la pasta prima della cottura la rende più saporita rispetto a se lo si fa alla fine

Acqua della pasta

E per una sola ragione. Che sta nel fatto che così facendo si riesce a trattenere meglio i sapori e gli aromi. Morale della favola: salare gli spaghetti prima della cottura li rende più saporiti. Come del resto accade anche per tutti i tipi di pasta in generale. Se lo si fa alla fine non accade nulla di grave.

Semplicemente si perde in percentuale il sapore che è quello che alla fine fa fare il salto di qualità ad un piatto. Per la cottura, come detto, non cambia davvero niente. Per averne una più veloce si possono posare i coperchi alle pentole.

Accorgimento che può far guadagnare qualche minuto in più. Ma la cosa fondamentale è scegliere il momento giusto per calare la pasta. E questo soltanto l’esperienza può farlo maturare. Cosa si aspetta allora?

Per le festività ci si potrebbe già cimentare con i fornelli. E stupire con questi piccoli accorgimenti del mestiere.

–> Leggi anche Pizza: la vera passione degli italiani, ma non sempre è facile digerirla