Un uomo, 41enne di Montemesola (Taranto) è stato denunciato dai carabinieri perché percepiva il reddito di cittadinanza pur essendo titolare di un bar

Taranto bar reddito di cittadinanza uomo denunciato multato
Reddito di cittadinanza

È finito nei guai un 41enne di Montemesola, in provincia di Taranto, per un nuovo caso dei cosiddetti “furbetti del reddito di cittadinanza“. Durante un controllo dei carabinieri è emerso che l’uomo, titolare di un bar nel centro della cittadina, avrebbe omesso di comunicare all’Inps l’avvio dell’attività lavorativa. Tale comunicazione infatti avrebbe comportato la revoca o la riduzione del beneficio. Sarebbe poi stato accertato che all’interno dell’esercizio commerciale sarebbe stato presente un operaio, dipendente senza contratto di regolare assunzione.

LEGGI ANCHE —> Brescia, bambino investito: fermata una 22enne

LEGGI ANCHE —> “Torino Hooligans”: 75 Daspo e 71 denunce

Taranto, denuncia e pesanti sanzioni per il “furbetto del reddito di cittadinanza”

Inoltre, secondo quanto riportato da Today, il gestore del bar non avrebbe fornito i dispositivi di protezione individuale e neanche avviato il protocollo di sorveglianza sanitaria e la prevista formazione in materia di sicurezza sul lavoro. I militari dell’Arma lo hanno perciò ritenuto responsabile della violazione della normativa sulla percezione del reddito di cittadinanza e di quella in materia di sicurezza sul lavoro.

Per queste ragioni le forze dell’ordine hanno comminato al 41enne sanzioni penali ed amministrative per un totale di 86.500 euro. Infine le forze dell’ordine hanno provveduto a denunciare l’uomo a piede libero all’Autorità giudiziaria di Taranto. L’operazione è stata svolta dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale della città jonica, dalla Stazione di Montemesola e del Nucleo Ispettorato del Lavoro.