Mal di testa: spesso si cercano i cibi come responsabili ma tra le cause che lo procurano non c’è l’alimentazione sballata

Mal di testa

Mal di testa, il peggior nemico quando si lavora e si deve rimanere concentrato. In generale da combattere subito prima che poi da semplice fastidio diviene insopportabile. Ce ne sono tantissimi, da quello che prende al centro della testa a quello che indolenzisce i lati a quello dietro la nuca. Classico da cervicale.

Di solito cresce con passare del tempo, prima di scoppiare se non viene sedato alle prime avvisaglie con farmaci efficaci. C’è chi ne soffre costantemente e chi di rado, ma tutti preferiscono evitare di portarlo avanti. Tra quelli più forti si segnalano anche i sintomi di nausea e vomito.

Ce ne sono di tutti i tipi, quindi. Una vasta gamma che riguarda milioni di persone. Ma quali le cause scatenanti e quale la correlazione tra tipi di alimenti e disturbi? Ossia, esiste veramente un rapporto causa effetto tra alcuni alimenti o alcool e mal di testa? La risposta è quasi sempre soggettiva anche se i medici propendono per il ‘no’.

–> Leggi anche Consiglio Europeo: 600 milioni a 301 ricercatori, 23 sono italiani

Non esiste correlazione diretta tra alimenti e disturbo. Ma ci sono tra le cause dei comportamenti sbagliati

Mal di testa

Da sfatare il primo falso mito. Per i medici non esiste o quantomeno non è confermata alcuna correlazione tra disturbo ed alimentazione. Quindi non il formaggio e gli altri alimenti e tanto meno il vino sono da condannare come cause che possano scatenare il problema.

Finiscono invece sotto accusa i comportamenti più che il cibo che si consuma quotidianamente. Perchè sempre più spesso la vita frenetica e la mancanza di reale riposo portano ai sintomi a volte anche molto forti. Primo tra tutti è senza dubbio il sonno mancato poi a seguire lo stress.

Questi due elementi possono causare anche patologie più serie, e per questo motivo che si raccomanda di condurre una vita regolare senza troppi sbalzi. Si consiglia di dormire sempre otto ore a notte e di avere sempre uno spacco giusto nel lavoro. Per non subirne poi le conseguenze una volta accumulato stress e mancato riposo. Rischi da non sottovalutare in qualsiasi fase della vita.

–> Leggi anche Diletta Leotta sui social tra spot e passione per il calcio – FOTO