Sinisa Mihajlovic: anche ieri sera è stato in panchina. Dopo mesi terribili il guerriero sembra quello di un tempo

Sinisa Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic ha vinto la battaglia. Anzi, forse la partita più importante della sua vita. Dopo aver ricevuto l’ok da parte dei medici di poter sedere di nuovo sulla panchina, la sua vita sembra essere tornata indietro. Come se nulla nel frattempo fosse accaduto, cancellando d’un colpo i mesi difficili e la malattia.

Ieri sera il ritorno al Dall’Ara per guidare da vicino i suoi ragazzi nel posticipo serale del Bologna contro il Milan non è stato fortunato. Una sconfitta casalinga, seppur di misura, l’avrà fatto arrabbiare. Lui che ha sempre lottato nella vita, da calciatore e da allenatore. Venendo tra l’altro da una terra martoriata da guerre civili e violenze.

La vita di Mihajlovic non è stata facile in giovane età. Il calcio, la sua passione lo ha salvato. E’ riuscito a farlo diventare famoso, a farlo crescere sia da calciatore che poi da allenatore. Arrivato in Italia molto giovane, non ha mai dimenticato però la sua terra. La Serbia, ex Jugoslavia.

–> Leggi anche Pressione alta: i cinque sintomi che non si devono sottovalutare

In estate la malattia che lo aveva allontanato dai campi. Ma la sua forza e tenacia lo hanno fatto tornare

Sinisa Mihajlovic

Le due conferenze stampa che hanno riguardato la sua malattia sono state particolari. In estate quella shock che annunciava la leucemia e le cure imminenti che lo avrebbero tenuto lontano dai campi. Poi il lento ritorno anche dopo l’intervento e il trapianto di midollo. Poi quella di ritorno.

Quella delle lacrime di commozione per aver lottato e le parole di ringraziamento per la moglie e per tutte le persone che in questi mesi lo hanno accompagnato al ritorno. Un guerriero che ha mostrato un cuore grande, come tutti i grandi che lo sono facendo piccoli gesti.

La battaglia vinta da Mihajlovic rappresenti la voglia di lottare e di vita di tante altre persone che stanno combattendo le rispettive guerre. Quelle per la sopravvivenza contro i brutti mali. Proprio per questo il grande guerriero ha meritato le prime pagine dei giornali. Lui ha vinto nella vita. Poi in campo si potrà vincere o perdere. Ma l’uomo non sarà mai sconfitto.

–> Leggi anche Elisabetta Gregoraci in grande forma si allena in palestra – FOTO